Home > RRN Magazine > numero 7 novembre 2013
RRN MAGAZINE/numero 7 novembre 2013

Agricoltura e innovazione

Innovazione è una parola chiave legata al cambiamento che significa progresso, miglioramento della situazione esistente, avanzamento, sviluppo. Anche in campo agricolo l'innovazione si lega fortemente non solo allo sviluppo del settore primario ma diviene fattore determinante per lo sviluppo delle aree rurali.

Il punto di partenza è la definizione del concetto, non sempre così chiara. E anche in campo agricolo spesso si incontrano difficoltà nella definizione del concetto di innovazione che può essere declinato in modo ampio o piuttosto circoscritto a seconda degli ambiti di intervento. L'innovazione, all'interno del numero che presentiamo, viene declinata come innovazione di prodotto e di processo, con particolare attenzione alla dimensione di trasferimento (metodo).
Il numero dedicato alla relazione Agricoltura - Innovazione si propone di avviare una riflessione sulla declinazione di questo concetto, focalizzandosi, in particolare, su come è interpretato e definito all'interno della politica di sviluppo rurale, anche alla luce delle nuove priorità per il periodo 2014-20. Nel nuovo periodo, infatti, per il tema innovazione è previsto un ruolo assai più rilevante nelle strategie di sviluppo rurale laddove, nell'attuale periodo 2007-13, la programmazione comunitaria prevede un'apposita misura dei PSR a sostegno dell'innovazione (124).

Nella Strategia "Europa 2020", la Politica europea per lo Sviluppo Rurale 2014-2020 contribuisce allo sviluppo di un'economia basata sulla conoscenza attraverso la promozione del trasferimento della conoscenza e dell'innovazione nel settore agricolo, forestale e nelle zone rurali. La politica di sviluppo rurale assume come priorità trasversale il rafforzamento e l'adeguamento del capitale umano nelle aree rurali e l'attivazione di dinamiche collaborative tra mondo delle imprese e della ricerca.

L'obiettivo è quello di migliorare la competitività, la gestione efficiente delle risorse e le performance ambientali delle filiere e dei sistemi economici rurali. In altre parole sistema della conoscenza e innovazione diventano leve strategiche di sviluppo per agricoltura e sistemi rurali. Ne consegue che la Politica di Sviluppo Rurale assume nuovi e più alti obiettivi rispetto all'innovazione, mette a disposizione ingenti risorse finanziarie, concepisce nuovi strumenti (primo fra tutti il PEI) per stimolare l'innovazione e consentire - altro fattore chiave di sviluppo - la circolazione e la divulgazione delle innovazioni sperimentate.
Alcune esperienze provenienti dal settore consentono di dare un risvolto operativo all'innovazione e dimostrano come l'innovazione sia in grado di produrre cambiamenti economici, sociali, organizzativi, evidenziando come questi si sono prodotti, quali fattori li hanno generati, come sono divenuti patrimonio comune, come hanno ripercussioni concrete sul territorio e sugli operatori rurali. 

 

Milena Verrascina