Home > Pianeta Rurale > Regioni > Giovani: 490 new entry agricole, metà sono donne
UMBRIA

 
MISURA 112

 

Giovani: 490 new entry agricole, metà sono donne

Primo bilancio delle iniziative volte a favorire il ricambio generazionale dell'agricoltura umbra - Le domande sono concentrate nelle aree che rientrano nella cosiddetta "strategia tabacco"

Il sostegno all'insediamento di giovani agricoltori risponde all'obiettivo del miglioramento della competitività dei settori agricolo e forestale tramite il miglioramento della capacità imprenditoriale e professionale degli addetti al settore e il sostegno del ricambio generazionale. Si tratta di una delle misure fondamentali per conseguire il miglioramento della competitività del sistema, dato il progressivo invecchiamento degli imprenditori agricoli in Umbria e anche la "predisposizione" della misura a sviluppare sinergie con diverse altre misure dell'Asse 1. Tali sinergie sono previste in particolare con formazione (111), consulenza (114), ammodernamento (121), innovazione (124), sostegno per l'adeguamento ai requisiti comunitari (131) e anche ambientali  e diversificazione (211- 212- 214- 215).
La misura 112, finalizzata a favorire il ricambio generazionale nelle imprese agricole con l'inserimento stabile di giovani professionalizzati, è implementata attraverso Progetti Integrati Aziendali (PIA), ai sensi dell'art. 13, par. 5 del Reg. (CE) n. 1974/06. Tali piani prevedono la sinergica adesione da parte dei beneficiari alla misura 121 del PSR - investimenti per l'ammodernamento dell'azienda - nonché all'eventuale supporto dei servizio di assistenza e l'aiuto per la consulenza aziendale, finanziate con altre misure del PSR.
Al fine di favorire l'inserimento alla guida delle aziende agricole di imprenditori giovani dotati di conoscenze e competenze professionali e quindi l'accrescimento della competitività delle imprese, la misura si propone  i seguenti obiettivi operativi: mantenere i giovani nei territori rurali favorendone l'inserimento in imprese agricole vitali; diminuire l'età media dei conduttori di imprese agricole favorendo il ricambio generazionale; migliorare l'efficienza delle imprese favorendo l'inserimento di giovani qualificati.
E' prevista un'unica azione, la concessione di un premio di primo insediamento a favore di giovani agricoltori. I beneficiari sono giovani in età compresa tra 18 e 40 anni, che assumono la conduzione di imprese agricole e che presentano un piano aziendale per lo sviluppo dell'attività agricola.

Dotazione finanziaria della misura (in euro)

 
 
 


La dotazione finanziaria della misura 112 in Umbria è pari al 6,49% della spesa pubblica dell'Asse 1 e al 2,51% della spesa pubblica dell'intero programma.
Le domande di aiuto ammesse sono state, nei 5 procedimenti previsti, 490. Grazie al sistema di priorità stabilito con i criteri di selezione del bando, quasi la metà dei giovani beneficiari è di sesso femminile e quasi il 50% degli investimenti complessivi è realizzato da donne: l'attuazione della misura ha manifestato quindi un buon effetto sinergico con le altre politiche di genere adottate dalla Regione per incrementare l'occupazione femminile. L'età media dei beneficiari si attesta tra i 28 ed i 29 anni; per quanto riguarda la localizzazione territoriale degli investimenti, la maggior parte dei beneficiari ricade nelle aree dei Comuni classificati come "strategia tabacco".
Per quanto riguarda i pagamenti, data la tempistica della chiusura lavori, sono in fase di esame le domande di saldo relative alla prima graduatoria del 2008; non ci sono pertanto dati statisticamente significativi circa la percentuale di utilizzo. Dati sulla spesa effettiva saranno disponibili a fine 2014.
Una valutazione dell'efficacia della misura sarà possibile attraverso i controlli ex post, che tenderanno a verificare la prosecuzione, almeno nel medio periodo, delle attività da parte delle aziende beneficiarie dei premi.


 
 
 
 
 
 

Michela Ascani
Valter Rondolini


 
 
 
 
 
 

PianetaPSR numero 29 febbraio 2014