Home > Pianeta Rurale > Regioni > Progetto pilota di Distretto di economia solidale
LOMBARDIA/2
 
MISURA 421
 

Progetto pilota di Distretto di economia solidale

Al via l'iniziativa che vede capofila il Gal Oltrepomantovano: l'obiettivo punta a promuovere il territorio attraverso un  modello dedicato alle azioni di sistema legate alla filiera economica

Il GAL Oltrepomantovano, in qualità di capofila, sta coordinando il progetto "Distretto di Economia Solidale (DES) della Lombardia: innovazione e partenariato per la valorizzazione del sistema agro alimentare - artigianale locale".
Questo è un programma di cooperazione finanziato con la misura 421 del PSR 2007- 2013: attraverso la pubblicazione di un bando specifico vengono selezionate le imprese in grado di realizzare un'azione di tutoraggio nella commercializzazione di produzioni tipiche.
Obbiettivo generale del programma è quello di rafforzare la competitività delle piccole imprese presenti sul territorio attraverso la domanda pubblica aggregata, il consumo etico e sostenibile
Lo scopo è di affiancare alle idee di filiera corta, di prodotti a Km zero,di valorizzazione dei prodotti tipici, e di riduzione dell'impatto ambientale anche quella di realizzare dei risultati economici.
Il Distretto opererà attraverso l'incontro diretto tra produttori e consumatori\gruppi di acquisto mirando al contempo a rafforzare la competitività delle piccole imprese presenti sul territorio.
Le azioni del progetto riguarderanno i seguenti macro obiettivi: competitività - biodiversità ambientale - qualità della vita.
L'impegno di sostenere e sviluppare sistemi economici a scala territoriale ridotta può essere portato avanti con il supporto costante del GAL, il quale, portando avanti gli obiettivi del PSL, ha di fatto già una rete d'incontro tra i vari soggetti del territorio (amministratori locali, aziende agricole, consorzi, associazioni di categoria, ecc)
Il GAL, pertanto, ha una funzione di supporto per garantire la realizzazione dei progetti presentati e una funzione di stimolo per la valorizzazione e la tutela del paesaggio e della biodiversità.
I soggetti che partecipano all'iniziativa sono: GAL Oltrepomantovano (capofila) - GAL Valtellina, GAL Garda Val Sabbia, GAL Colline Moreniche, GAL Oglio Po Terre d'Acqua, GAL Golem, GAL Lomellina, Provincia di Mantova, Provincia di Cremona, Provincia di Brescia, Provincia di Sondrio, Provincia di Pavia.
 Le attività saranno concordate attraverso tavoli territoriali specifici che avranno come fine sempre quello di individuare nuovi mercati di sbocco per i prodotti agro-alimentari al fine di promuovere non soltanto i prodotti agro-alimentari o un particolare comparto produttivo, ma soprattutto l'insieme del prodotto-territorio, in maniera tale da legare sempre più questi due aspetti.
Numerose sono state le iniziative portate avanti fino ad oggi dal distretto in giro per il territorio regionale e altrettanto significative sono le possibilità che possono essere create attraverso un'offerta aggregata delle eccellenze agro alimentari direttamente alle mense scolastiche, alla ristorazione aziendale e con la collaborazione con i gruppo di acquisto locale.
L'attività di informazione si concluderà con un meeting di chiusura del progetto: il 27 Marzo 2014 alle ore 10 a Villa Mirra a Cavriana di Mantova c/o la sede del GAL Colline Moreniche infatti si terrà l'evento conclusivo durante il quale verrà discussa la sintesi della ricerca effettuata su tutti i sette territori coinvolti dal Dipartimento di Economia Management e Metodi Quantitativi - Università degli Studi di Milano "Gruppi di Azione Locale: Driving Force dei Sistemi Agricoli Locali".
In quell'occasione verrà attivato un laboratorio tematico che metterà a confronto le buone prassi emerse dal progetto, e nel pomeriggio attraverso il contributo dei tecnici dei GAL, e di due esperti di conduzioni di gruppi dell'Università di Bologna, si affronterà il tema: "Piccole aziende agricole e mercati globali: il ruolo delle piccole aziende agricole nell'ambito della sicurezza alimentare e nutrizionale" al fine di implementare il progetto ed il lavoro svolto in un nuovo progetto a carattere Europeo.

 
 
 
 

Francesca Gaudiano
gaudiano@inea.it
Pietro Manzoni
manzoni@inea.it


 
 
 

PianetaPSR numero 29 - febbraio 2014