Home > Pianeta Rurale > Regioni > Pre-bando per gli aiuti ai piccoli agricoltori
Calabria
 
MANIFESTAZIONE DI INTERESSE
 

Pre-bando per gli aiuti ai piccoli agricoltori

Primo passo per attivare la sub-misura 6.3 dei nuovi Psr  a favore delle micro aziende delle aree svantaggiate: i requisiti richiesti per ottenere il bonus di 15mila euro, modalità e scadenze

La Regione Calabria ha già avviato le attività tese all'attuazione delle nuove Politiche di Sviluppo Rurale, pubblicando un invito a manifestare interesse per l'ammissione a finanziamento sulla misura 6 del PSR 2014 - 2020 sub-misura 6.3 "Aiuto allo sviluppo di piccole aziende agricole". La misura prevede la concessione di un sostegno alle "micro - aziende agricole" che operano all'interno del territorio regionale in cui sono presenti maggiori svantaggi orografici, climatici e socioeconomici, che limitano, di fatto, il potenziale di sviluppo della stessa dimensione economica aziendale e della competitività.
All'esito della ricognizione, il Dipartimento Agricoltura, Foreste e Forestazione individuerà specifiche aree del territorio regionale all'interno delle quali si registrano maggiori elementi di svantaggio oggettivo, tale da definirne contenuti di "agricoltura eroica" e di "contadino custode", rispetto alle quali rendere prioritari gli interventi, al fine di mantenere in tali aree l'attività agricola.
Possono partecipare alla manifestazione di interesse le aziende che risultino in possesso dei seguenti requisiti: essere "agricoltori attivi" secondo la definizione del REG (UE) 1307/2013; risultare iscritti alla Camera di commercio nella sezione agricola. Per manifestare il proprio interesse, il titolare dell'azienda deve compilare on line attraverso il sito  www.calabriapsr.it, entro 30 giorni dalla pubblicazione sul BURC, il modello "manifestazione di interesse Misura 6 sub misura 6.3", riportando tutti gli estremi descrittivi ed identificativi dell'azienda, la sua localizzazione e successivamente inviare entro 15 giorni dalla scadenza al Dipartimento Agricoltura, Foreste e Forestazione Via E. Molè - 88100 Catanzaro, copia cartacea dell'allegato 1. 
Già nei giorni scorsi in una conferenza stampa, l'assessore regionale all'agricoltura, foreste e forestazione dr. Michele Trematerra, aveva preannunciato la pubblicazione di tale manifestazione di interesse rivolta alle piccole aziende calabresi troppo spesso tenute al margine delle politiche di sviluppo e con la quale si intende dimostrare l'intenzione di investire su target diversi di imprese: in questo caso, aziende che pur non vantando un fatturato ingente, lavorano, producono, creano occupazione e svolgono anche importantissime funzioni sociali.
"Nello scrivere il Psr 2014/2020 - ha spiegato l'assessore- abbiamo considerato come priorità fondamentale il sostegno a quegli agricoltori e quegli imprenditori che portano avanti la propria attività in territori svantaggiati dal punto di vista orografico, climatico e socioeconomico, in zone marginali o in ritardo di sviluppo. In questo modo abbiamo inteso offrire un supporto, con un premio di 15.000 euro ad azienda, a chi, nonostante notevoli difficoltà e con mille sacrifici, mantiene viva l'agricoltura, fungendo al tempo stesso da custode del territorio e delle tradizioni, combattendo lo spopolamento delle aree periferiche e promuovendo il turismo". Si tratta di un elemento decisamente innovativo, prevedendo interventi diversificati rispetto alle tipologie delle aziende calabresi e con il quale si punta a sostenere lo sviluppo e la competitività delle aziende di piccole dimensioni e che operano all'interno di aree oggettivamente svantaggiate.

 
 
 
 

Anna Tancrè
tancre@inea.it

 
 
 

PianetaPSR numero 36 - ottobre 2014