Home > Il punto sui PSR > Informatica e ambiente, password della formazione
Sardegna
 
Misura 111
 

Informatica e ambiente, password della formazione

Avviati 7 progetti esecutivi, che mettono al centro innovazione e buone pratiche: si spazia dall'alfabetizzazione digitale alle "App", dalla gestione aziendale all'uso sostenibile dei fitofarmaci

E' ormai a pieno regime il programma di formazione rivolto a tutti gli imprenditori agricoli beneficiari di contributi comunitari e finanziato nell'ambito della Misura 111 del PSR Sardegna 2007-2013. La Misura promuove "Azioni nel campo della formazione professionale e dell'informazione, compresa la diffusione di conoscenze scientifiche e di pratiche innovative, rivolte agli addetti dei settori agricolo e alimentare".
L'Agenzia Laore Sardegna ha realizzato un programma di assistenza tecnica particolarmente completo da realizzare entro il mese di giugno 2015. Il programma prevede numerose iniziative nell'ambito dei principali comparti agricoli della regione, individuando una serie di aree tematiche sulle quali si Ŕ deciso di intervenire per accrescere e migliorare il grado di diffusione delle informazioni e delle conoscenze nel settore agricolo.
Pi¨ nel dettaglio, il programma Ŕ organizzato in progetti esecutivi della durata minima di 12 mesi. Sono 7 i progetti esecutivi attivati. Tre progetti hanno un carattere orizzontale come quello dedicato alla condizionalitÓ, alla diffusione delle Tecnologie ICT a supporto dell'azienda agricola (TISAA) e all'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari in agricoltura.
Il progetto sulla condizionalitÓ richiama gli imprenditori agricoli agli impegni da loro intrapresi nei confronti della CondizionalitÓ, soprattutto in quei casi dove le imprese beneficiano di una o pi¨ Misure dell'Asse 2 del PSR 2007/2013 (indennitÓ compensative, benessere animale, pagamenti agro-ambientali. Un primo ciclo di incontri Ŕ stato giÓ attivato durante il 2013. L'Agenzia Laore ha avviato durante il 2014 un secondo ciclo di incontri avvalendosi anche di specialisti esterni all'amministrazione regionale per particolari tematiche. 
Il progetto denominato TISAA ha l'ambizione di rappresentare uno dei pi¨ grossi progetti di alfabetizzazione informatica rivolto ad imprenditori agricoli. Si prevede di realizzare 70 moduli informativi, ciascuno dei quali aperto a 15 utenti e articolato in 4 giornate durante le quali si affronteranno le principali tematiche connesse all'utilizzo delle ICT e di Internet, con un focus sulle principali applicazioni informatiche rivolte alla gestione dell'azienda agricola. L'attivitÓ informativa sarÓ inoltre fruibile via Internet, attraverso un piattaforma didattica, anche da parte delle aziende che, in caso di soprannumero, non potranno avere accesso agli eventi.
L'ultimo progetto di carattere orizzontale si propone di realizzare interventi informativi e divulgativi nel campo della difesa e controllo integrato delle infestanti e dell'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari affrontando le problematiche legate all'applicazione della normativa comunitaria e nazionale sull'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari e le ricadute che esso potrÓ avere sulle aziende agricole.
Gli altri progetti hanno un taglio maggiormente settoriale.
Il progetto denominato IDOCLC Ŕ dedicato all' "Informazione e Divulgazione per Operatori del Comparto Lattiero Caseario. Gli obiettivi sono molteplici spaziando dalla diffusione di nuove tecnologie, di innovazioni di processo e di prodotto fino al miglioramento dei sistemi di gestione della sicurezza e della salute sul lavoro passando per un miglioramento competitivo degli operatori e una spinata all'aggregazione dell'offerta. Uno degli aspetti pi¨ interessanti del progetto Ŕ la scelta di perseguire questi obiettivi con modalitÓ didattiche non esclusivamente frontali ma favorendo lo scambio di esperienze e di informazioni tra le imprese attraverso seminari compartecipati, viaggi studio e visite guidate presso strutture e organismi consortili di eccellenza locali, nazionali ed esteri.

Ancora, il progetto denominato IDOCC (Informazione Divulgazione Operatori Comparto Carni) prevede attivitÓ informative e di approfondimento tecnico specialistico rivolto agli operatori della filiera suinicola della Sardegna titolari di aziende agrituristiche e/o fattorie didattiche o di allevamenti suinicoli con almeno 20 scrofe. Le principali tematiche, trattate anche in questo caso secondo un approccio teorico pratico, approfondiranno le materie legate allo sviluppo dell'allevamento razionale del suino in Sardegna, con particolare riferimento alle produzioni ecosostenibili e alle tecniche per una migliore trasformazione  valorizzazione e commercializzazione dei prodotti. Particolare attenzione Ŕ rivolta agli aspetti pi¨ propriamente zootecnici, come le tecniche di riproduzione attraverso il ricorso alla fecondazione artificiale e agli aspetti sanitari come la prevenzione delle patologie infettive.   
Sempre con riferimento al comparto zootecnico il progetto esecutivo "Benessere animale" ha lo scopo di integrare e completare le attivitÓ formative rivolte agli allevatori attraverso la Misura 215 del Programma di Sviluppo Rurale "Miglioramento del benessere animale" fornendo loro maggiori informazioni circa le recenti tecniche di alimentazione degli ovini e dei caprini.
L'ultimo progetto Ŕ rivolto al comparto vitivinicolo prevedendo incontri informativi e divulgativi, seminari, workshop e visite guidate, rivolti principalmente ai viticoltori e ai tecnici enologi, titolari di impresa o loro dipendenti. Al momento Ŕ in programma un primo ciclo di incontri teorico-pratici che affrontano in maniera specialistica le tematiche relative alle tecniche innovative di potatura, di allevamento e di gestione della vite al fine del contenimento della diffusione dei patogeni responsabili delle malattie del legno.
Per concludere, le risorse finanziarie programmate per attuare il complesso programma di informazione ammontano a 3,5 milioni di euro di cui 1,5 milioni di sola quota FEASR. Il contributo previsto Ŕ pari al 100% delle spese ammissibili. 

 
 
 
 

Francesco Piras
piras@inea.it
             

 
 
 

PianetaPSR numero 37 - novembre 2014