Home > Il punto sui PSR > Due bandi per porre le basi del piano-innovazione
TRENTINO
 
PSR 2014-2020

Due bandi per porre le basi del piano-innovazione

L'iniziativa parte con la creazione dei Gruppi Operativi, seguita poi dalla selezione dei progetti - Definiti i requisiti per la costituzione del partenariato e il calendario delle scadenze

Lo scorso 8 luglio la Provincia Autonoma di Trento ha emanato i bandi per l'operazione 16.1.1 del Psr che, come noto, promuove la creazione di Gruppi Operativi nell'ambito del Partenariato Europeo per l'Innovazione (Pei) per la produttivitā e la sostenibilitā agricola. La scelta della Provincia di Trento č stata quella di attivare l'operazione 16.1.1 in due fasi "due step", vale a dire due bandi distinti per ciascuna fase prevista dall'operazione stessa:

  • Step 1) denominato "setting up", con cui vengono raccolte le idee preliminari presentate da un Capofila Amministrativo di progetto, al fine di preparare una proposta progettuale solida ed esaustiva da presentare alla fase successiva;
  • Step 2) denominato "selezione dei progetti", tramite il quale sono selezionati i Piani Strategici dei Gruppi Operativi (GO).

Per accedere ai bandi dell'Operazione 16.1.1 č necessario che il partenariato sia composto da almeno due partner, di cui uno con la qualifica di impresa nel settore agricolo, agroalimentare o forestale (o loro associazione), con fascicolo aziendale in Provincia di Trento.
La presentazione delle domande di adesione ai bandi 2016, sia della fase 1) sia della fase 2), potrā avvenire dal 1 settembre 2016 fino al 31 ottobre 2016. Nell'annualitā 2017 vi sarā un ulteriore bando limitatamente alla fase 2), per cui la presentazione delle domande potrā avvenire dal 16 ottobre 2017 fino al 15 dicembre 2017. La realizzazione dei piani strategici, elaborati a seguito dell'idea preliminare del progetto, presentata nella fase 1) 2016, potrā essere finanziata attraverso specifica domanda di aiuto a valere sul bando dell'annualitā 2017 relativo alla fase 2).
La dotazione finanziaria pubblica complessiva destinata all'Operazione 16.1.1 per l'intero periodo di programmazione, sia per la fase 1) sia per la fase 2), č pari a 4 milioni di euro. Di questi, 50 mila euro sono assegnati al bando concernente il primo step, che sarā unico per tutta la programmazione e consentirā il finanziamento di massimo 12 proposte progettuali. Per quanto riguarda, invece, la fase 2) di selezione dei piani strategici, per la partecipazione al relativo bando non č necessario aver partecipato anche alla fase 1) denominata "setting up". Le risorse messe a disposizione per le domande presentate a valere sul primo bando (annualitā 2016) sono pari a 2.500.000 euro. All'annualitā 2017 sono assegnati i restanti 1.450.000 euro, cui potrebbero aggiungersi eventuali risorse resesi libere a seguito di dinieghi, rinunce e revoche del bando 2016. Il sostegno previsto dall'Operazione č pari all'80 % delle spese ammissibili, con un limite massimo di spesa ammissibile per domanda pari a 500 mila euro, mentre il limite minimo č di 15 mila euro. Sono ammissibili a sostegno unicamente le voci di costo riguardanti i costi di esercizio della cooperazione (compresi i costi per il marketing e la comunicazione) e i costi diretti derivanti dalla realizzazione del Piano Strategico (compresi i costi di promozione e divulgazione). La domanda di partecipazione, inviata dal Capofila Amministrativo, dovrā essere presentata online mediante l'accesso al portale del sistema informativo agricolo provinciale al seguente indirizzo: www.srtrento.it.
Ulteriori informazioni e approfondimenti sono disponibili sul sito dell'Autoritā di Gestione www.psr.provincia.tn.itda cui č possibile anche scaricare tutta la documentazione relativa ai bandi.

 

Filippo Chiozzotto
filippo.chiozzotto@crea.gov.it

PianetaPSR numero 55 - luglio/agosto 2016