Home > Pianeta Rurale > Regioni > L'indagine di Customer Satisfaction del PSR dell'Emilia-Romagna
Emilia Romagna

E. Romagna, un confronto sull'attuazione del PSR: l'Indagine di Customer Satisfaction del PSR dell'Emilia-Romagna

L'indagine on-line ha complessivamente raccolto poco meno di 1000 risposte, le tre domande aperte del questionario hanno raccolto circa 1500 commenti. 

Nell'ambito delle attività previste a favore delle AdG dalla Rete Rurale Nazionale dai due istituti ISMEA e CREA per la programmazione 2014-2020, si è appena concluso il seminario sull'Indagine di Customer Satisfaction del PSR dell'Emilia-Romagna. I principali obiettivi del progetto sono stati quelli di rilevare il grado di soddisfazione dei beneficiari; individuare aree critiche e spunti di miglioramento; favorendo l'emersione di bisogni latenti.
Il questionario ha permesso di raccogliere idee e suggerimenti attraverso la possibilità di inserire commenti in formato libero; promuovendo la partecipazione e più in generale rafforzando il livello di comunicazione di dialogo e di fiducia dei cittadini rispetto alle pubbliche amministrazioni.
L'indagine on-line ha complessivamente raccolto poco meno di 1000 risposte, le tre domande aperte del questionario hanno raccolto circa 1500 commenti. 
Alcuni dati di sintesi: il 90% dei rispondenti è informato sulle attività offerte dal PSR dimostrando che queste sono note e ben conosciute nel comparto agricolo, manifestando un elevato grado di diffusione dell'informazione. La principale fonte di informazione sulle opportunità che il PSR offre al settore agricolo proviene dalle associazione di categoria/CAA (circa il 75% dei rispondenti), mentre si è rilevata una discreta percentuale relativa al WEB/social, da incrementare. Le informazioni relative alle opportunità offerte dal PSR ed alla documentazione inerente la domanda di sostegno sono risultate chiare rispettivamente al 70 e 60% dei rispondenti, dato ampiamente positivo. Da segnalare positivamente che, a fronte della richiesta di chiarimenti, l'80% del campione si dichiara soddisfatto, segno di grande disponibilità e atteggiamento positivo verso il beneficiario.
Alla luce di una valutazione «complessiva», sintesi degli elementi positivi e negativi, 3 intervistato su 4 sono soddisfatti. 
Alcune considerazioni di maggior dettaglio evidenziano un giudizio leggermente meno positivo nella fascia di età fino ai 40 anni, un grado di soddisfazione omogeneo sia sulla base delle misure a cui l'intervistato ha aderito che sulla base della localizzazione geografica.
In sintesi quindi i beneficiari, pur esprimendo un giustizio complessivamente positivo sull'operato della AdG richiedono attenzione ed interventi per quel che riguarda la semplificazione procedurale, minor burocrazia, rispetto dei tempi e maggiore informazione più capillare e specifica.
A fronte di tale esigenze l'Adg implementerà un piano di azione (Action plan) per sviluppare azioni di miglioramento dei propri processi in tali ambiti.


 
 
 

M.V Lasorella Postazione Regionale Rete Rurale per l'Emilia-Romagna
C. Scaffidi ISMEA Capacità amministrativa

 
 
 

PianetaPSR numero 67 dicembre  2017