Home > Pianeta Rurale > Regioni > Lazio, avanzamento spesa: buone potenzialità ma serve un cambio di passo
Lazio

Lazio, avanzamento spesa: buone potenzialità ma serve un cambio di passo

Dal Comitato di Sorveglianza del PSR, nello scorso dicembre, è emerso un incremento dell'avanzamento finanziario, che rimane però al di sotto della media nazionale.

Lo scorso 18 dicembre si è riunito il Comitato di Sorveglianza del PSR Lazio nel corso del quale forte accento è stato dato allo stato di avanzamento, sia procedurale che finanziario del programma.
I dati presentati dall'Autorità di Gestione (AdG) Lazio hanno evidenziato un avanzamento finanziario ancora in fase di incremento. L'attuazione finanziaria infatti si attesta intorno all'8,5% (dati al 30 novembre 2017), contro una media nazionale superiore di circa quattro punti percentuali. Tuttavia il forte interesse manifestato dal territorio, a seguito dei bandi già emessi, fa ben sperare su una buona attuazione finanziaria, tale da scongiurare il rischio di disimpegno (regola N+3) per il biennio 2018 e 2019.
La spesa realizzata, pari a circa 69 Milioni di Euro, ha riguardato prevalentemente le Misure cosiddette a superficie con una quota di circa il 67%, in grande parte riferita a impegni assunti nella precedente programmazione (2007-2013). La restante quota, pari al 33% circa, è stata realizzata nell'ambito delle Misure cosiddette "strutturali" (o ad "investimento"), destinata a soddisfare impegni relativi alla programmazione 2007-2013. I pagamenti attribuibili a "nuovi" impegni assunti sull'attuale programmazione fanno capo alle Misure 10-11 e 13, per un totale di oltre 11,5 Milioni di euro.
Dal punto di vista procedurale, la AdG, al 30 novembre 2017, ha emesso bandi per un totale di circa 460 Milioni di euro di spesa pubblica. Alcuni bandi sono ancora aperti (la loro chiusura è prevista per gennaio 2018 ad eccezione di qualche bando che chiuderà invece a fine marzo) e diversi di quelli chiusi sono ancora in fase di istruttoria per l'ammissibilità delle domande.

Stato di avanzamento procedurale delle Misure messe a bando e risorse pubbliche

 Importo impegnato totale nelle 5 annualità Fonte: Elaborazioni su dati AdG Lazio

Importo impegnato totale nelle 5 annualità Fonte: Elaborazioni su dati AdG Lazio

 

Dall'analisi del livello di adesione ai bandi emerge come il territorio abbia risposto in maniera più che soddisfacente. Le risorse richieste, in molti casi, hanno superato di gran lunga quelle messe a bando e, in taluni casi, la richiesta pervenuta dai potenziali beneficiari è stata addirittura superiore alla dotazione della Misura prevista per l'intero programma.
Come ad esempio la Misura 4.1.1 che ha ricevuto richieste per oltre 185 Meuro, a fronte di una dotazione di 94 Meuro; oppure la misura sui giovani, M 6.1.1, che a fronte di circa 45 Meuro banditi le richieste sono state di oltre 89 Meuro. Per quest'ultima, già allo stato attuale, dove ancora l'istruttoria sull'ammissibilità delle domande non è conclusa, il dato ancora parziale quindi, vede un totale di domande ammesse a finanziamento per un importo di circa 56 Meuro. Altra Misura per la quale la richiesta è stata largamente superiore alla dotazione è la M14 Benessere animale, che ha ricevuto richieste per oltre 80 Meuro, a fronte di una dotazione di 12 Meuro.
Tuttavia, anche se parte del ritardo accumulato dal programma, è da attribuire a questioni puramente tecniche, dovute a problematiche relative al sistema informatizzato gestito dall'organismo pagatore, è evidente che il programma necessita di una importante accelerazione per le prossime annualità.
A questo proposito, infatti, oltre a prevedere l'uscita di nuovi bandi già nei primi mesi del 2018, molte sono le azioni su cui l'AdG sta operando.
Uno fra tutti è la scelta di ripartire le risorse del cosiddetto "Contributo di Solidarietà" derivante dalla riprogrammazione solidale delle risorse FEASR 2014-2020 a seguito del terremoto del 2016, anche sulla base del fabbisogno evidenziato dal territorio, su alcune misure considerate più "strategiche" del programma.
Su un totale di oltre 18 Meuro di quota FEASR (corrispondenti a poco più di 42 Meuro di spesa pubblica), la AdG ha infatti ritenuto di ripartire la quota maggiore sulla sottomisura 6.1 (oltre 5 Meuro di risorse FEASR), che incentiva l'avviamento aziendale per i giovani agricoltori, e la misura 14 (oltre 6,4 Meuro), che mira a diffondere sistemi di allevamento che tutelino maggiormente il benessere degli animali, che come detto, i bandi emessi hanno fatto registrare un numero molto elevato di adesioni. Le altre Misure su cui sono state ripartite queste risorse sono la M7 Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali, 2,1 Meuro di fondi FEASR (per la quale la dotazione finanziaria della Misura è in buona parte "consumata" dalle spese transitorie del 2007-2013) e la Sottomisura 10.1 (4,3 Meuro) Pagamenti-agro-climatici ambientali.
Per la Misura 14 e la sottomisura 6.1, in particolare, al fine di assicurare il finanziamento dell'intero pacchetto di domande ammissibili l'AdG, di concerto con la Giunta della Regionale Lazio, oltre l'utilizzo del Contributo di Solidarietà, ha messo in atto ulteriori iniziative come la decisione, datata maggio 2017, di destinare risorse del regionale agli operatori agricoli e alle zone rurali del Lazio, stanziando 21 milioni di euro per il bando relativo alla Sottomisura 6.1 e poco meno di 20 milioni per la Misura 14.

 
 
 
 

PianetaPSR numero 68 gennaio/febbraio 2018