Home > Il punto sui PSR > Innovazione > Innovazione, i Gruppi operativi si confrontano e fanno rete
Gruppi operativi

Innovazione, i Gruppi operativi si confrontano e fanno rete

La Rete Rurale Nazionale (RRN) ha realizzato alcuni incontri tematici tra GO con l'obiettivo di favorire il confronto e l'interazione tra i partenariati selezionati sull'intero territorio nazionale, promuovendo, così, lo scambio di conoscenze transregionale e stimolando il dialogo tra i diversi attori coinvolti.

L'innovazione di prodotto o di processo , è promossa dalle politiche comunitarie 2014-2020 ed è perseguita attraverso l'adozione di un modello interattivo in grado di coinvolgere tutti gli attori della filiera della conoscenza (Mipaaf, 2016): agricoltori, ricercatori e altri operatori diventano partner paritari, e nessun tipo di conoscenza (scientifica, pratica, formale, informale) è prioritaria rispetto alle altre ma ognuna è ugualmente rilevante per il processo innovativo (Fondazione CRC, 2018).
È importante, però, che l'innovazione nasca dai bisogni dell'impresa o come risposta ad esigenze ed opportunità della società o delle politiche. Grazie al Partenariato europeo per l'innovazione in materia di produttività e sostenibilità dell'agricoltura (PEI-AGRI) , le politiche comunitarie hanno inteso costruire un ponte tra l'innovazione e le esigenze specifiche di settore.
I Gruppi operativi (GO) del PEI-AGRI sono lo strumento chiave per diffondere nel settore agroalimentare e forestale innovazioni che possano dare risposta a problemi specifici o promuovere nuove opportunità per le imprese agricole secondo un modello di innovazione interattivo.
Sul territorio nazionale, attraverso la sottomisura 16.1 "Sostegno per la costituzione e la gestione dei Gruppi Operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità" sono stati selezionati, a settembre 2018,  207 GO  distribuiti in 8 regioni e provincie autonome: 11 in Basilicata, 3 a Bolzano, 93 in Emilia Romagna, 12 a Trento, 33 nelle Marche, 24 in Toscana, 13 in Umbria e 18 in Veneto, con un impegno di spesa complessivo pari a 62.520.158 euro

Attuazione della 16.1 in Italia: numero di GO selezionati e spesa impegnata (settembre 2018)

Fonte: CREA-PB/Rete rurale nazionale, 2018

Il contatore dei Go. La Misura 16.1 per Regione

I GO selezionati (il 33% del target)  approfondiscono tematiche diversificate, in particolare 70 progetti di innovazione riguardano la ristrutturazione e l'ammodernamento aziendale, 31 le filiere e 26 le risorse idriche. Altri progetti innovativi riguardano, invece, la valorizzazione degli ecosistemi, l'uso efficiente delle risorse e lo sviluppo locale.

 

I progetti di innovazione dei GO per focus area

Fonte: CREA-PB/Rete Rurale nazionale, 2018

La Rete Rurale Nazionale (RRN) ha realizzato alcuni incontri tematici tra GO con l'obiettivo di favorire il confronto e l'interazione tra i partenariati selezionati sull'intero territorio nazionale, promuovendo, così, lo scambio di conoscenze transregionale e stimolando il dialogo tra i diversi attori coinvolti. La scelta dei temi è stata fatta tenendo conto dei contenuti dei progetti, letti cercando di superare la tradizionale distinzione in comparti produttivi per individuare elementi comuni trasversali.
Il primo evento, realizzato il 22 maggio 2018 a Mestre, è stato preceduto da una call a presentare poster su progetti che si propongono di a) definire e indurre nuovi prodotti oppure b) migliorare l'efficacia delle produzioni agricole e forestali.
Il secondo evento, durante il quale sono stati realizzati quattro incontri tematici, si è svolto a Roma il 27 settembre scorso. Anche in questo caso, i GO sono stati invitati a presentare poster su temi specifici: a) introdurre nuovi modelli di agricoltura; b) migliorare le componenti organizzative e gestionali delle aziende; c) introdurre tecniche per migliorare l'efficienza delle produzioni zootecniche e del benessere degli animali; d) migliorare l'uso delle risorse naturali,
La Rete rurale nazionale ha selezionato alcuni poster, rappresentativi per area geografica, tipologia di progetto, modalità di comunicazione e interazione, che hanno presentato il proprio progetto durante gli incontri. In tutto sono stati presentati 42 poster durante i due incontri tematici di Mestre e 38 nei quattro incontri di Roma.
Dopo la presentazione dei progetti, i partecipanti sono stati coinvolti in gruppi di lavoro, che, nei due eventi, avevano obiettivi diversi; in particolare nell'incontro di Mestre sono stati approfonditi gli aspetti di interazione e di divulgazione, che rappresentano le caratteristiche distintive dei GO e sono fondamentali per l'introduzione e la diffusione delle innovazioni. Nei gruppi di lavoro di Roma, invece, l'obiettivo era di favorire lo scambio sui contenuti dei progetti mettendo in collegamento i diversi GO.
Particolare attenzione è stata posta su alcuni aspetti (es. fase di setting-up) che sembrano apparire determinanti per l'efficace realizzazione del progetto, perché contribuiscono a rendere il partenariato più coeso e strutturato. Altrettanto fondamentali sono anche i tempi in cui vengono realizzate tutte le attività di interazione e di divulgazione, componenti fondamentali del processo di formazione e diffusione delle innovazioni.
I sei incontri tematici hanno, dunque, rappresentato un'opportunità per i soggetti aderenti ai GO che ha, sicuramente, favorito e stimolato il confronto su tematiche comuni, ma anche permesso di individuare sinergie tra i progetti in corso di attuazione e acquisire maggiori conoscenze delle innovazioni in essere in altre realtà territoriali.
Tutti i materiali relativi agli eventi sono disponibili sul sito della Rete rurale Nazionale al seguente link: https://www.reterurale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/17610.


Roma, 27 settembre 2018

 

Bibliografia
Fondazione CRC (2018). Coltivare innovazione. Prospettive per l'agroalimentare in provincia di Cuneo. Quaderno n.35, settembre 2018.
Mipaaf (2016) Piano strategico per l'innovazione e la ricerca nel settore agricolo alimentare e forestale 2014-2020. Roma, dicembre 2016.

 
 
 
 

[1]L'OCSE definisce l'innovazione come: "l'implementazione di un prodotto (sia esso un bene o un servizio) o di un processo, nuovo o considerevolmente migliorato, di un nuovo metodo di marketing, o di un nuovo metodo organizzativo con riferimento alle pratiche imprenditoriali, al luogo di lavoro e alle relazioni esterne".  
[2] Il PEI-AGRI è stato istituito nel 2012 con la Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio relativa al Partenariato europeo per l'innovazione "produttività e sostenibilità dell'agricoltura"
[3]  Per approfondimenti sulla misura 16.1: https://www.reterurale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/18134
[4]  Il target programmato corrisponde a 626 GO.

 
 

PianetaPSR numero 75 ottobre 2018