Home > Pianeta Rurale > Europa > Settore apistico, dalla UE 120 milioni per il prossimo triennio
Api

Settore apistico, dalla UE 120 milioni per il prossimo triennio

La decisione della Commissione comporta un aumento dei fondi di 12 milioni di euro rispetto al periodo 2017-2019. All'Italia 500mila euro in più di cofinanziamento all'anno.

La Commissione Europea ha deciso lo stanziamento di 120 milioni di euro in tre anni per il sostegno al settore apistico, 12 milioni in più rispetto al triennio 2017-2019. La quota di cofinanziamento per il nostro Paese sarà di 3.544.718 per il 2020, 3.546.279 per il 2021 e 3.543.060 per il 2022, con un aumento del contributo di circa 500mila euro per ogni annualità. 

Il sostegno, riporta una nota della Commissione, riguarderà i programmi nazionali per il settore che saranno avviati dal 1 agosto 2019 per concludersi il 31 luglio 2022. 

"L'apicoltura è un elemento importante per il settore agricolo europeo - ha sottolineato il Commissario per l'Agricoltura Philip Hogan - e contribuisce non solo a mantenere l'occupazione nelle aree rurali, ma svolge un ruolo di vitale importanza nel garantire la sostenibilità della nostra agricoltura e la buona salute degli ecosistemi. Per questo è positivo che la Politica Agricola Comune, lavorando in sinergia con altri Fondi chiave europei e nazionali, offra ora strumenti più forti per sostenere il settore".

 
 

Redazione Pianeta PSR

 
 

PianetaPSR numero 81 giugno 2019