Home > Pianeta Rurale > Regioni > Emilia Romagna, il mondo agricolo a confronto per migliorare le politiche di gestione dei rischi
Regioni

Emilia Romagna, il mondo agricolo a confronto per migliorare le politiche di gestione dei rischi

Lo scorso 15 luglio Mipaaft, Agea, Ismea e Regione si sono confrontanti con stakeholder e agricoltori sulle politiche di gestione del rischio.

Il 15 di Luglio 2019 nell'ambito dell'azione 2.1 - attività 1 - "Animazione e coinvolgimento del partenariato" del Programma di Sviluppo Rurale Nazionale 2014-2020, la Rete Rurale Nazionale in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna ha organizzo un convegno dal tema "Ascoltare il territorio per orientare le politiche di gestione dei rischi in agricoltura" per la raccolta dei fabbisogni, confronto ed elaborazione di proposte utili a rendere più efficaci assicurazioni agevolate, Fondi di mutualità e strumenti di stabilizzazione del reddito (IST) nell'ambito del PSRN 2014-2020.

Con questo evento organizzato nell'ambito del PSRN (Programma di Sviluppo Rurale Nazionale) 2014-2020 in collaborazione con ISMEA e Regione, il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo (in qualità di Autorità di Gestione del Programma) ha inteso promuovere l'offerta e l'utilizzo degli strumenti di gestione del rischio (assicurazioni agevolate, fondi di mutualità e IST) che, con la PAC 2014/2020 e le modifiche introdotte dal Reg. (UE) 2393/2017 c.d. Omnibus, hanno assunto un'importanza crescente per la sostenibilità economica delle imprese agricole soprattutto in seguito ai recenti incrementi dei rischi catastrofali.

L'iniziativa ha visto la partecipazione di autorevoli rappresentanti del Ministero, Agea e Ismea e, dell'Amministrazione regionale con l'introduzione da parte dell'Assessore all'agricoltura, caccia e pesca Simona Caselli.

L'evento ha avuto come obiettivo un momento di ascolto e condivisione, degli stakeholder del mondo agricolo, già intrapreso dalla Regione Emilia-Romagna con gli attori del settore primario, che ha tra i temi portanti la 'gestione dei rischi in agricoltura' al fine di poter definire la strategia agricola regionale post 2020 e il nuovo PSR. 

Il workshop ha previsto anche un momento di raccolta dei fabbisogni dal territorio attraverso gli interventi di organizzazioni agricole, operatori del sistema assicurativo, ordini professionali, partenariato regionale che rappresentano i potenziali beneficiari e delle parti economiche e sociali al fine di rendere più efficaci gli strumenti di gestione del rischio nonché per agevolare l'accesso alle sotto-misure (sotto-misura 17.1) che punta allo sviluppo degli altri strumenti innovativi di gestione dei rischi: i Fondi di mutualità (sotto-misura 17.2) e lo Strumento di stabilizzazione del reddito (sotto-misura 17.3), che sono state attivate in maniera sinergica con le misure regionali dei PSR.

Il progetto, realizzato con il contributo FEASR (Fondo europeo per l'agricoltura e lo sviluppo rurale) nell'ambito delle attività previste dal Programma nazionale di sviluppo rurale 2014-2020, proseguirà con altri incontri territoriali al fine di garantire la massima adesione di agricoltori e allevatori agli strumenti di sostegno offerti dalla programmazione comunitaria.

 
 
 
 

Maria Valentina Lasorella
Crea - PB
Postazione Rete Rurale per l'E-R

 
 

PianetaPSR numero 82 luglio 2019