Home > Pianeta Rurale > Rete Rurale Nazionale > Il Progetto LIFE GoProFor: Implementare il network delle buone pratiche per la conservazione della biodiversità forestale.
Foreste

Il Progetto LIFE GoProFor: Implementare il network delle buone pratiche per la conservazione della biodiversità forestale.

Realizzato un database che prevede l'inserimento di almeno 270 buone pratiche.

Definire e diffondere le buone pratiche nella gestione forestale per aumentare gli usi compatibili con le tematiche di conservazione all'interno della Rete Natura 2000.
Questi gli obiettivi del progetto GoProFor - LIFE17/GIE/IT/000561 "GOod PRactices implementation netwOrk for FORest biodiversity conservation". Approvato e cofinanziato al 60% dall'Unione Europea, vede coinvolti nove partner beneficiari, coordinati dalla Società cooperativa D.R.E.Am. Italia. All'unico partner straniero, il Centre National de la Propriété Forestière, si uniscono il Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l'Analisi dell'Economia Agraria, il Comando Unità Forestali Ambientali ed Agroalimentari dell'Arma dei Carabinieri, Regione Toscana, Regione Lazio, Regione Molise, la Compagnia delle Foreste e Dr Wolf. Il progetto, iniziato il primo Settembre 2018, si concluderà il 30 Settembre 2022. 
Secondo la definizione di Marzo et al. (2015), per buona pratica si intende un'iniziativa (per esempio metodologie, progetti, processi e tecniche) che è stata già provata con successo e che ha il potenziale per essere trasferita in una diversa area geografica. LIFE GoProFor prende in prestito questa definizione, declinandola nel contesto del progetto: le buone pratiche sono quindi intese come strumenti di conservazione della natura in relazione all'ambito forestale. Le buone pratiche devono essere validate, possibilmente tramite evidenze scientifiche, e dettagliatamente descritte, in modo da essere replicabili.

Il progetto ha i suoi cardini nell'estrazione delle buone pratiche (BP) individuate dall'analisi di tutti i progetti LIFE europei (1100 progetti in tutta l'Europa). Le BP sono descritte e inserite in un database, disponibile online dal 18 ottobre 2019 (www.lifegoprofor-gp.eu). Al momento le BP sono disponibili in lingua italiana mentre entro il 2020 saranno tradotte anche in inglese; il sistema può essere interrogato con chiavi di ricerca in almeno 5 lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo e tedesco. Nel corso del progetto è previsto l'inserimento di almeno 270 BP, di cui almeno 60 estratte da progetti italiani. 

A partire da giugno 2020 il progetto promuoverà una significativa azione di formazione su selvicoltura sostenibile e buone pratiche per la gestione della biodiversità degli habitat forestali nella Rete Natura 2000; la formazione è finalizzata ad aumentare il livello di consapevolezza sia dei gestori istituzionali di queste aree, sia di tutti gli operatori che esercitano con le loro attività un'influenza sulla conservazione di habitat e specie. Il piano formativo sarà pubblicato sul sito del progetto a partire da marzo 2020. Sono previsti 12 moduli formativi raccolti in 5 macrotematiche: biodiversità forestale, restauro habitat forestali, lotta alle specie invasive, mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici, pianificazione, selvicoltura e governance. 

A livello italiano, infine, il progetto vuole promuovere la cooperazione tra i portatori di interesse del settore forestale, mediante la realizzazione di un "Tavolo di network nazionale delle buone pratiche forestali" finalizzato a contribuire ad una migliore programmazione delle azioni del futuro Programma di Sviluppo Rurale. 
Il Tavolo di network coinvolgerà la Rete dei Parchi Nazionali, i Servizi regionali forestali e della conservazione della biodiversità, i Carabinieri forestali, i ministeri competenti, le associazioni ambientaliste, gli ordini professionali, le università, le organizzazioni di categoria, ecc. 
Attraverso 4 incontri, programmati nel corso del 2020, saranno definite le Linee Guida di gestione degli habitat forestali, un catalogo di Buone Pratiche e gli strumenti finanziari a disposizione delle autorità regionali, con particolare riguardo per il Programma di Sviluppo Rurale. 
Il primo incontro del network nazionale si terrà a Roma il giorno 10 dicembre 2019.

Il questionario su Foreste e Natura 2000

Poiché in campo nazionale sono poche le informazioni sul livello di conoscenza della Rete Natura 2000 tra gli operatori del settore forestale, il progetto svolge un'indagine tramite un questionario compilabile online. Lo scopo è quello di delineare il livello di conoscenza su Gestione Forestale e Rete Natura 2000, in particolare da parte di organizzazioni di categoria, imprese, enti pubblici, professionisti, proprietà private, tecnici pubblici e privati, operatori forestali. 

 
 
 

Serena Corezzola 
Marcello Miozzo 
Team LIFE GoProFor - D.R.E.AM. Italia

 
 

PianetaPSR numero 84 settembre 2019