PianetaPSR
Giovani

Al via la settima selezione nazionale del concorso Nuovi Fattori di Successo

Il concorso, organizzato dall'ISMEA, nell'ambito delle attività finanziate dalla RRN, è finalizzato alla valorizzazione ed alla diffusione delle buone pratiche nello sviluppo rurale realizzate da giovani agricoltori e finanziate dall'Unione Europea.

È partita nelle scorse settimane la selezione nazionale per il concorso "Nuovi Fattori di Successo", organizzato dall'ISMEA, nell'ambito delle attività finanziate dal programma Rete Rurale Nazionale 2019/2020, e finalizzato alla valorizzazione ed alla diffusione delle buone pratiche nello sviluppo rurale realizzate da giovani agricoltori e finanziate dall'Unione Europea.

Il concorso non prevede alcun premio in denaro, ma selezionerà 12 aziende che saranno presentate come esempi di "eccellenza" nell'ambito delle iniziative della Rete Rurale Nazionale e le cui esperienze saranno diffuse attraverso prodotti divulgativi specifici a marchio RRN, nel corso di vari eventi nazionali e internazionali.

Le prime tre aziende classificate nella graduatoria finale, inoltre, saranno protagoniste di tre documentari. 

Il concorso ricalca la struttura e le modalità della precedente edizione, un modello che aveva permesso di aumentare significativamente la partecipazione dei giovani imprenditori non solo in termini numerici ma anche in termini di copertura territoriale e settoriale. Anche per questa edizione il bando è stato volutamente pubblicato dopo il periodo estivo, in modo da non sovrapporsi con altre tipologie di concorsi e con importanti operazioni colturali che tengono impegnati i giovani imprenditori in azienda. I termini di validità restano 45 giorni, garantendo un significativo periodo utile per l'iscrizione.

 

Anche questa edizione prevede la possibilità di iscriversi solo ed esclusivamente attraverso la piattaforma on line espressamente dedicata. Sarà sufficiente accedere alla sezione del portale dedicato, procedere all'accreditamento e compilare i moduli.

Infine i principali criteri attraverso cui viene valutata l'azienda restano quelli impiegati nelle precedenti edizioni. Un peso significativo è attribuito all'efficacia dell'azienda in termini di performance finanziaria, di stabilità e di impatto sul territorio. Grande attenzione viene attribuita alle innovazioni di processo e di prodotto introdotte in azienda. In altre parole, la metodologia impiegata mira a garantire una maggiore premialità alle imprese stabili, innovative, che abbiano un alto rendimento globale e che siano in grado di avere un certo impatto sul territorio nel quale si trovano ad operare, aumentandone l'attrattività anche attraverso la creazione di un fitto network. Gli altri criteri sono orientati a valutare l'impresa in termini di sostenibilità e trasferibilità della buona prassi. Viene confermata anche la soglia minima di punteggio necessario per essere in graduatoria a garanzia del valore della selezione.

Possono partecipare al concorso tutti gli imprenditori agricoli titolari o rappresentanti legali dell'azienda in cui operano con un'età non superiore ai 41 anni non compiuti alla data di presentazione della domanda. Anche in caso di società semplici, in nome collettivo, cooperative, e società di capitali, l'imprenditore agricolo deve essere rappresentante legale dell'azienda e deve avere un'età non superiore ai 41 anni non compiuti alla data di presentazione della domanda.

Per garantire una efficace diffusione del bando tra i potenziali beneficiari, l'ISMEA avvierà una serie di attività di comunicazione che prevedono un abbondante ricorso ai principali social media, la predisposizione di materiale di comunicazione con un'immagine rinnovata e azioni mirate nei confronti delle principali organizzazioni professionali e stakeholder del settore.

La domanda di partecipazione al presente bando può essere trasmessa in forma telematica mediante il portale dedicato a partire dalle ore 17:00 del giorno 04/11/2019, data di apertura dello sportello telematico, fino alle ore 17:00 del giorno 18/12/2019, data di scadenza per la presentazione delle domande.

Eventuali richieste di chiarimenti sul bando potranno essere inviate all'indirizzo e-mail: urp@ismea.it..
 
 

Francesco Piras
f.piras@ismea.itISMEA

 
 

PianetaPSR numero 85 novembre 2019