Home > Il punto sui PSR > Crisi Ucraina, Mipaaf pubblica decreto per la deroga sui terreni a riposo
terreno a riposo
Ambiente e clima

Crisi Ucraina, Mipaaf pubblica decreto per la deroga sui terreni a riposo

Il provvedimento accoglie la Decisione di Esecuzione della Commissione finalizzato ad aumentare la produzione agricola. 

Anche in Italia sarà possibile coltivare i terreni considerati "a riposo" nella domanda unica. La decisione, contenuta nel decreto ministeriale dello scorso 8 aprile, attua la Decisione di Esecuzione della Commissione Europea numero C (2022) 1875 del 23 marzo 2022, che aveva definito i provvedimenti di deroga relativi alla domanda unica della Pac 2022.

Per il 2022, dunque, le superfici lasciate a riposo possono essere considerate come una superficie "distinta", ovvero che concorre a rispettare la diversificazione anche se vengono coltivate o se sono utilizzate per il pascolo o la fienagione.
Su questi terreni verrà permesso inoltre l'utilizzo di fitofarmaci. 

Nel decreto si specifica inoltre che gli Organismi pagatori dovranno provvedere affinché, per l'anno di domanda 2022, siano forniti, ad AGEA coordinamento, i dati delle aziende e del numero di ettari dichiarati a riposo cui si applica la deroga, per la comunicazione prevista entro il 15 dicembre 2022, con le modalità stabilite dallo stesso organismo di coordinamento.

 
 

Redazione PianetaPSR

 
 

PianetaPSR numero 112 aprile 2022