Home > Pianeta Rurale > Regioni > Dote di 1,9 milioni destinata alle risorse naturali
LAZIO
 
MISURA 323

Dote di 1,9 milioni destinata alle risorse naturali

Emanato dalla Regione un bando per la tutela e la riqualificazione del patrimonio rurale: gli ambiti territoriali interessati all'iniziativa - Le domande vanno presentate entro il 18 marzo

Archiviato il raggiungimento del target di spesa al 31 dicembre 2012[1], l'Autorità di gestione (Adg) del Programma di Sviluppo Rurale del Lazio ha emanato un nuovo bando pubblico per l'attuazione della Misura 323 "Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale - Azione a) Tutela, uso e riqualificazione delle risorse naturali".
L'obiettivo del bando riguarda la predisposizione di piani di protezione e di gestione dei siti Natura 2000 e delle aree di grande pregio naturale e dei relativi strumenti attuativi. Nel concreto, si tratta della predisposizione di due importanti strumenti di governance del territorio rurale: i Piani di Gestione e Assestamento Forestale (PGAF) e dei Piani di Utilizzazione dei Pascoli (PUA).
Il bando emesso, le cui domande dovranno essere inoltrate entro il 18 del mese di marzo, attraverso uno stanziamento finanziario complessivo di € 1.900.000,00, ed un aiuto pari al 100% dell'investimento ammissibile, prevede infatti il finanziamento di tutte le spese per studi, analisi, rilievi e indagini di campo strettamente connessi alla elaborazione del relativo strumento PGAF e/o PAU.
L'ambito territoriale dove potranno essere attuati gli interventi finanziati col presente bando riguardano esclusivamente le zone del territorio regionale classificate nel PSR Lazio come: Aree D "Aree rurali con problemi complessivi di sviluppo" ed Aree C " Aree rurali intermedie". Inoltre, anche nelle Aree B "Aree rurali ad agricoltura intensiva e specializzata", gli investimenti potranno essere ammessi a finanziamento soltanto se ricadenti all'interno dei Siti della Rete Natura 2000.
Nello specifico, gli investimenti interessano le aree di grande pregio naturale del territorio regionale quali: i siti della Rete Natura 2000; siti di Importanza Comunitaria (SIC) e Zone di Protezione Speciale (ZPS), le aree naturali protette di interesse statale e regionale (iscritte nell'elenco ufficiale approvato in Conferenza Stato Regioni del 2003); le aree naturali protette (istituite con leggi regionali); aree boscate di pregio (corrispondenti all'intera superficie forestale regionale, inclusi i boschi indennizzati) ed i soprassuoli sottoposti a vincolo di rimboschimento.
I soggetti che possono presentare domanda di ammissione ai benefici sono i soggetti pubblici singoli o associati come : Comuni e loro Associazioni e gli Enti gestori delle Aree naturali protette.
 

[1] I fondi complessivamente erogati da inizio programmazione - dall'1 gennaio 2007 al 31 dicembre 2011- hanno raggiunto la quota di 337 Meuro con un avanzamento finanziario del PSR Lazio 2007-2013 pari al 48%.

 

Antonio Papaleo

 
 
 

PianetaPSR numero 18 - febbraio 2013