PianetaPSR
Umbria
 
COOPERAZIONE

Gemellaggio con il Nord Europa per GAL umbro

Il Gruppo di azione locale Valle Umbra e Sibillini finalista a un concorso europeo con due progetti legati da un filo comune: la promozione e lo sviluppo del turismo socio-culturale delle aree rurali

Il GAL Valle Umbra e Sibillini è finalista nel concorso "The Nordic-Baltic Leader Cooperation Award" con due progetti di cooperazione: Tradizioni in piazza - Traditions on the Market Square" con  la Finlandia; "CULTrips - Viaggi culturali europei" con Lussemburgo, Austria, Estonia e Finlandia. Si tratta di un concorso per i progetti di cooperazione Leader nell'ambito delle tematiche di giovani, turismo, cultura, sviluppo locale, risorse locali e ambiente. Il 6 giugno sono stati scelti i finalisti tra 60 progetti iscritti.
Il premio è stato istituito dalle "Nordic-Baltic National Rural Networks", le Reti Rurali Nazionali nordico-baltiche di Danimarca, Svezia Finlandia, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia e Germania. Tali reti hanno cominciato a dialogare in modo sistematico dal 2007, diventando un cluster che ha la finalità di sostenere i PSR degli Stati coinvolti e di sviluppare la cooperazione Leader.
"Tradizioni in Piazza" è un progetto di cooperazione con la Finlandia, GAL Aktiivinen Pohjois-Satakunta, lead partner, che è finalista nella categoria "cultura" del Premio. Le tematiche affrontate sono, in entrambi i territori, il recupero del patrimonio e dei valori culturali, il trasferimento intergenerazionale di conoscenze, la promozione del turismo culturale, la promozione della vita imprenditoriale nelle aree rurali in diversi settori, attraverso il ruolo trainante svolto dalla cultura, lo scambio di conoscenze sulle opportunità culturali dei territori.
"CULTrips.Creazione di un nuovo concetto per i viaggi socio-culturali europei" è anch'esso finalista nella categoria "cultura", con Lussemburgo, Austria, Finlandia, Estonia. Il lead partner è il Lussemburgo, GAL Redange-Wiltz.
Le parole chiave del progetto sono: scambio socio-culturale attraverso viaggi culturali in Europa e turismo nelle aree rurali. L'attività di CULTrips si basa su azioni a livello locale per lo sviluppo del turismo socio-culturale: gli attori locali esploreranno le proprie comunità, raccoglieranno elementi interessanti delle stesse e riceveranno ospiti provenienti dalle regioni partner.
Nel corso del progetto è stato sviluppato il concetto di turismo socio-culturale ed elaborati programmi nazionali pilota per i viaggi culturali intra-europei. E' stato infine sviluppato un manuale per "viaggiare socio-culturale" e una banca dati europea con le raccomandazioni per il turismo socio-culturale è in corso di completamento.
Il Link della rete nazionale estone dove sono segnalati i progetti partecipanti e quelli finalisti è il seguente: http://www.maainfo.ee/index.php?page=3635.

 
 
 

Michela Ascani
ascani@inea.it

 
 
 

PianetaPSR numero 22 - giugno 2013