Home > Il punto sui PSR > Giovani e vendite dirette, valanga di domande
CALABRIA
 
BANDO 2013

Giovani e vendite dirette, valanga di domande

La regione stringe i tempi per l'istruttoria  delle 3.124 domande per un budget di 39 milioni - Con oltre 2.500 richieste l'Asse I ha fatto il pieno - Spazio anche a qualità delle vita e ambiente.

Bando 2013: la mappa domande e fondi disponibili

BANDO 2013

Rafforzamento della competitività delle aziende agricole e forestali, tutela dell'ambiente naturale e diversificazione dell'economia rurale, la voglia di investire non manca. Lo dimostra il pacchetto da 3.124 domande pervenute sul Bando 2013 ed ora in corso di istruttoria da parte della Regione Calabria.  La maggior parte delle risorse messe a bando sono dedicate alle Misure dell'Asse I del Programma di Sviluppo Rurale per un totale di 28 milioni e 600 mila euro che ha registrato infatti il maggior numero di domande di aiuto (2.521 rilasciate dal Sistema). Sono state attivate azioni indirizzate al miglioramento strutturale delle aziende agricole e forestali, alla valorizzazione del capitale umano, alla qualificazione e promozione delle produzioni.
In particolare per il comparto primario con l'ultima quota di risorse disponibili si punta su "Pacchetto Giovani" e "Vendita Diretta" rispettivamente con 8,5 e 5 milioni di euro  che hanno registrato l'adesione maggiore per un totale di 1.924 domande di aiuto, seguono valorizzazione delle risorse umane (111)  con 244 domande, accrescimento del valore economico delle foreste (122) e del valore aggiunto delle produzioni agricole e forestali (123) che hanno registrato un totale di 233 domande di aiuto. Sempre per l'Asse I, la misura 124 "Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale" ha registrato ben 82 istanze a fronte di una dotazione dedicata pari a 2,6 milioni di euro; infine risultano 38 le domande rilasciate dal sistema per la misura 133 rivolta ad azioni di informazione e promozione a fronte di una dotazione finanziaria dedicata di 3,5 milioni di euro. 
Per l'Asse II, la misura 227 per il "Sostegno agli investimenti non produttivi nel settore forestale" attivata dal Bando 2013 ha registrato 160 domande di aiuto, le risorse disponibili sono pari a 3 milioni di euro. Gli interventi ammissibili sono orientati ad una gestione migliorativa del territorio (azione 1) e una migliore fruibilità pubblica dello stesso (azione 2).
Nell'ambito dell'Asse III le domande rilasciate dal sistema sono un totale di 443, di cui 274 per la Misura 311 "Diversificazione in attività non agricole" con cui viene data l'opportunità ad aziende agricole singole e associate o a membri della famiglia agricola di attivare le due azioni previste, "Creazione e consolidamento dell'ospitalità agrituristica" e "Creazione e consolidamento di imprese agricole multifunzionali innovative quali fattorie sociali, fattorie didattiche, fattorie creative ed eco-fattorie" assegnando una dotazione finanziaria pari ad € 3.000.000 alla misura  con un aiuto pubblico massimo ammissibile per beneficiario pari a 200.000 euro.
Infine , sempre per l'Asse III, le misure 312 "Sostegno alla creazione e allo sviluppo delle imprese" e 323 "Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale" tese rispettivamente ad incentivare le azioni di rivitalizzazione del sistema economico delle aree rurali e di salvaguardia del territorio hanno registrato un totale di 169 domande di aiuto.
Il rapido avvio della fase di istruttoria delle istanze ricevute sottolinea il miglioramento dei processi gestionali e del procedimento di istruttoria, garantendo tempistiche di valutazione e approvazione più rapide ed efficienti.

 
 
 
 
 
 
 

Emilia Reda
reda@inea.it

 
 
 

PianetaPSR numero 26 - novembre 2013