Home > Il punto sui PSR > Benessere animale, al via i corsi di aggiornamento
Sardegna
 
ASSISTENZA TECNICA
 

Benessere animale, al via i corsi di aggiornamento

Gli allevatori beneficiari della Misura 215 hanno l'obbligo di partecipare al programma di assistenza tecnica realizzato dall'agenzia Laore in collaborazione con l'Ara e i Servizi veterinari delle Asl

La Regione Sardegna, tramite la sua agenzia di assistenza tecnica Laore, ha organizzato per il terzo anno di impegno 2013-2014 i corsi di aggiornamento rivolti agli allevatori di ovini e caprini, beneficiari della Misura 215 del Psr 2007-2013 "Pagamenti per il benessere degli animali".
I corsi di aggiornamento, insieme all'obbligo di ricevere assistenza tecnica (quest'ultimo introdotto con il nuovo bando pubblicato nel giugno del 2011) rappresentano due fondamentali impegni. La Misura, il cui obiettivo è di migliorare lo stato di benessere negli allevamenti ovini e caprini da latte attraverso interventi che vanno oltre le buone pratiche zootecniche, è stata attivata già nel precedente ciclo di programmazione rappresentando una importante novità per l'intero panorama nazionale.
Gli impegni assunti dai beneficiari nell'ambito del periodo di programmazione 2000-2006 si sono trascinati nel nuovo PSR 2007-2013 fino all'annualità 2010. Per dare continuità al piano di miglioramento del benessere animale la regione Sardegna ha confermato la Misura pubblicando nel giugno 2011 un nuovo bando che assicura una dotazione finanziaria pari a oltre 90 milioni di euro per le annualità 2011, 2012 e 2013.
Alla Misura 215 corrispondono gli stessi impegni che erano stati definiti per la corrispondente azione FB-Misura F riferita al periodo 2000-2006, riguardanti una maggiore attenzione da parte dell'allevatore alle fasi di mungitura, gestione della lettiera e individuazione dei cosiddetti capi problema per ridurre il fenomeno delle mastiti.
Tuttavia, anche sulla base delle risultanze emerse dall'approfondimento valutativo contenuto nella valutazione intermedia del PSR Sardegna, nel nuovo bando sono state inserite significative novità. Sono, adesso, previsti nuovi impegni relativi alla prevenzione della pedaina e ulteriori e più stringenti adempimenti per la prevenzione delle mastiti e la gestione della lettiera. Un'ulteriore novità è rappresentata dal premio differenziato in funzione della tecnica di mungitura adottata. Il premio è minore per la mungitura manuale (93 € per UBA) rispetto alla mungitura meccanica (100 € UBA) per via dei maggiori costi gestionali. Eventuali riduzione del premio possono verificarsi anche nel caso in cui le obbligatorie analisi del latte registrino un contenuto di cellule somatiche superiore alla soglia del milione e mezzo per ml.
Uno degli elementi maggiormente significativi della Misura 215 è sicuramente rappresentato dalla rilevante attenzione posta nell'attività di aggiornamento obbligatoria, anche attraverso un più intenso coinvolgimento degli allevatori beneficiari con l'attività di assistenza tecnica fornita direttamente in azienda. Tra il 2013 e il 2014 gli allevatori che aderiscono agli impegni hanno l'obbligo di partecipare a corsi di aggiornamento e ricevere assistenza tecnica per complessive 26 ore, di cui 16 ore di assistenza tecnica obbligatoria in azienda garantite dai tecnici dell'Associazione Regionale Allevatori, che affiancheranno l'allevatore nella prevenzione delle mastiti subcliniche e affezioni podali, oltre che fornire nozioni in tema di pascolamento e razione alimentare e 10 ore di aggiornamento svolto in aula.
L'attività di formazione in aula è stata coordinata dall'agenzia regionale Laore, che ha recentemente definito il calendario delle lezioni in collaborazione con i Servizi Igiene degli allevamenti e Sanità animale delle ASL e l'ARA. L'attività formativa prevede un corso di appunto 10 ore complessive articolato in tre lezioni. La prima giornata è curata dalla stessa agenzia Laore, che fornirà un resoconto della Misura in termini di risultati conseguiti e alcune nozioni sull'utilizzazione agronomica degli effluenti d'allevamento. Secondo i dati elaborati dall'Agenzia, i beneficiari della Misura sono stati 10.058 nel 2011, 9.300 nell'annualità 2012 e 9.044 nell'annualità in corso.
Durante la seconda giornata saranno i tecnici dell'ARA a fornire un contributo sulla qualità degli alimenti zootecnici e sulla presenza di aflatossine nel latte ovino. La giornata conclusiva sarà curata dalle Asl e si concentrerà anche sull' emergenza Blue Tongue e l'anagrafe zootecnica
Complessivamente, nell'intero territorio regionale, è prevista la realizzazione di 220 moduli formativi. La frequenza al corso di formazione è uno degli impegni previsti dal bando, la cui inosservanza puntuale comporta l'applicazione di una riduzione del premio.
L'attività di formazione nel suo complesso rappresenta quindi un sistema integrato di assistenza tecnica che dovrebbe garantire non solo il soddisfacimento degli impegni previsti dalla Misura 215, ma anche un miglioramento della gestione dell'allevamento e delle produzioni a favore di tutto il comparto ovi-caprino, la cui importanza per l'agricoltura sarda è fondamentale in termini di numero di aziende e di addetti coinvolti.

 
 
 

Francesco Piras
piras@inea.it

 
 
 

PianetaPSR numero 28 - gennaio 2014