Home > Il punto sui PSR > Le istruzioni per compilare la domanda unica 2014
CIRCOLARE AGEA
 

Le istruzioni per compilare la domanda unica 2014

Molte novitÓ per l'ultima campagna prima della riforma Pac: oltre i 5.000 euro aiuti diretti ridotti 10% (-14% oltre i 300mila) - Esclusa la domanda di conferma, occhio all'obbligo di posta elettronica

Il titolare dell'Ufficio Monocratico di AGEA ha emanato le istruzioni operative n. 2 del 15 gennaio 2014 contenenti le regole per la compilazione e la presentazione della domanda unica di pagamento - Campagna 2014. La circolare, disponibile qui, riguarda le Aziende il cui pagamento Ŕ nella responsabilitÓ di AGEA OP.
Riportiamo di seguito le principali novitÓ introdotte dalla circolare per la campagna 2014.
La prima novitÓ Ŕ rappresentata dalla riduzione degli importi di tutti i pagamenti diretti; la riduzione, resa obbligatoria da quanto previsto nell'articolo 10 bis del regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio, Ŕ progressiva e prevede peraltro una franchigia minima di 5.000 euro. Tra i 5.000 ed i 300.000 euro la riduzione Ŕ pari al 10% ed  Ŕ innalzata al 14% oltre i 300.000 euro.

Le principali novitÓ contenute nella circolare:
 
- Riduzione percentuale (10%-14%) e progressiva (sopra i 5.000 euro) degli importi di tutti i pagamenti diretti
- Obbligo dell'utilizzo della Posta elettronica certificata per taluni procedimenti amministrativi
- La compilazione del Quadro J esonera l'interessato dagli adempimenti previsti dall'articolo 30 del Testo Unico delle imposte sui redditi
- ImpossibilitÓ, per la campagna 2014, di presentare la domanda di conferma
 

Una seconda novitÓ riguarda il pascolamento; in particolare, la circolare stabilisce l'impossibilitÓ di considerare il pascolamento da parte di terzi ai fini dell'ammissibilitÓ delle superfici occupate da pascoli magri per l'attivazione dei titoli ordinari.
NovitÓ anche sul fronte della posta elettronica e, quindi, delle modalitÓ di comunicazione. L'obbligo dell'utilizzo della Posta elettronica certificata (PEC) Ŕ previsto per le Pubbliche Amministrazioni, le societÓ di capitali e di persone, per i professionisti iscritti in albi o elenchi pubblici e per i cittadini privati. La PEC, nel dialogo con la Pubblica amministrazione, deve essere obbligatoriamente utilizzata per richiedere informazioni, per inviare istanze o trasmettere documenti e per ricevere documenti, informazioni e comunicazioni. La PEC di AGEA, presso cui sarÓ possibile trasmettere le varie istanze, Ŕ protocollo@pec.agea.gov.it.
Altra novitÓ introdotta riguarda le dichiarazioni relative all'uso del suolo rese dai soggetti interessati (Quadro J dell'allegato alla domanda di pagamento), che esonerano i soggetti stessi dall'adempimento previsto dall'articolo 30 del Testo Unico delle imposte sui redditi. Tale articolo, afferente il reddito dominicale dei terreni (RDT), prevede l'obbligo di denuncia del contribuente all'Ufficio tecnico erariale in caso di specifiche variazioni del RDT (previste dai commi 1 e 2 dell'articolo 26 del Testo Unico). I redditi dominicali dei terreni sono i redditi provenienti dalla coltivazione agraria dei terreni agricoli, e per questo iscritti obbligatoriamente al catasto dei terreni, in quanto hanno attribuzione di rendita, connessa al reddito agrario. Il Reddito dominicale Ŕ quella parte di reddito fondiario che in maniera diretta permette alla proprietÓ di essere remunerata.
Un'ulteriore novitÓ riguarda l'impossibilitÓ, per la campagna 2014, di presentare la domanda di conferma. L'articolo 20, par. 2 del reg. (CE) 1122/09 prevede la possibilitÓ, per gli Stati membri, di introdurre procedure semplificate per la presentazione delle domande di aiuto qualora "le autoritÓ competenti dispongano giÓ di tutti i dati necessari, e non siano intervenuti cambiamenti rispetto all'ultima domanda di aiuto presentata nell'ambito del regime di aiuto in questione".
Il disposto del predetto articolo ha consentito, per la precedente campagna 2013, la possibilitÓ di presentare una domanda di conferma, estremamente semplificata.
L'introduzione delle predette novitÓ in materia di Posta elettronica certificata e l'obbligo di compilazione del quadro J obbliga lo Stato italiano a non consentire, per la campagna 2014, la presentazione delle domande di conferma.
Infine, AGEA garantisce, per la campagna 2014, l'accesso, sul sito www.agea.gov.it, a tutte le informazioni di interesse dell'azienda agricola, contenute nel Sistema Integrato di Gestione e Controllo (SIGC), ivi comprese le informazioni grafiche contenute nel sistema di identificazione delle parcelle agricole facente parte del SIGC. L'azienda agricola in possesso di firma digitale pu˛ presentare la domanda direttamente sul sito www.agea.gov.it.
Per la campagna 2014, AGEA consente ai richiedenti di presentare la domanda unica in forma telematica o direttamente sul sito www.agea.gov.it, mediante l'utilizzo della firma digitale, oppure sul portale www.sian.it, previo conferimento del mandato a un Centro Autorizzato di Assistenza Agricola.
La domanda pu˛ inoltre essere inviata ad AGEA tramite la PEC, nel caso non si utilizzi la firma digitale o non si sia dato mandato ad un CAA.
Nel provvedimento AGEA ricorda, inoltre, che, ai fini della presentazione della domanda, il titolare o il legale rappresentante dell'azienda agricola deve costituire il "fascicolo aziendale elettronico" nella Banca Dati Centralizzata dell'OP AGEA presso:

  • un Centro di Assistenza Agricola autorizzato;
  • l'Organismo pagatore AGEA;
  • gli sportelli AGEA territoriali abilitati, i cui indirizzi sono disponibili sul sito internet www.agea.gov.it;
  • gli uffici delle Regioni territorialmente competenti.

La costituzione/aggiornamento/chiusura del "fascicolo aziendale elettronico" nella Banca Dati Centralizzata dell'OP AGEA deve essere effettuata presso la sede prescelta, che deve avere in custodia anche la documentazione cartacea nei casi in cui le informazioni dichiarate non possano essere reperite presso banche dati di altre pubbliche amministrazioni.
I dati che possono essere utilizzati per la richiesta di aiuto per l'anno 2014 devono essere stati dichiarati nel fascicolo aziendale elettronico in data antecedente al 15 maggio 2014 e, comunque, prima della presentazione della domanda.
In assenza di fascicolo, o di dati ed informazioni sulle superfici in un fascicolo giÓ costituito, la Domanda Ŕ considerata irricevibile.

 
 
 

Maurilio Silvestri

 
 
 

PianetaPSR numero 28 - gennaio 2014