Home > Il punto sui PSR > Ok il 2013, tagliato il traguardo di 717 milioni
CALABRIA
 
SPESA PSR
 

Ok il 2013, tagliato il traguardo di 717 milioni

Con gli ultimi bandi spalmati su 10 misure per un totale di 39 milioni - Ora si accelera per chiudere tutti i cantieri, con particolare impegno per aggiustare i tiro e recuperare i ritardi dei Gal.

Con l'inizio del nuovo anno il PSR Calabria 2007/2013 è entrato nell'ultimo biennio di attuazione 2014/2015 e si procede a passo spedito per chiudere tutti gli interventi in cantiere. La fotografia del 2013 rende un'immagine del PSR in ottime condizioni e ne conferma il ruolo cardine nelle politiche di sviluppo agricolo e territoriale della Calabria, con una performance di spesa che ha raggiunto quota 66% per un ammontare di risorse finanziarie erogate pari ad una spesa pubblica di 717,5 milioni di euro, di cui risorse FEASR per 428 milioni di euro.
Il 2013 è stato contrassegnato dalla pubblicazione degli ultimi bandi per un totale di 39 milioni di euro su 10 misure.
Sino ad ora le misure più performanti in termini di spesa e di risultati nell'ambito dell'asse I "Competitività" sono state la misura 112 per i giovani  imprenditori agricoli che ha raggiunto il 60% ed una spesa pubblica pari a 20 milioni di euro; la misura 121 "ammodernamento delle aziende agricole" attraverso la quale sono stati erogati 80 milioni di euro per gli investimenti realizzati sul territorio calabrese; la misura 123 "accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali" che ha già erogato 42 milioni di euro pari alla metà della propria dotazione finanziaria.
Per quanto riguarda la tutela dell'ambiente e del territorio, l'asse II presenta quasi tutte le misure in una fase di attuazione avanzata e con picchi addirittura pari all'87%; unica misura un po' in sofferenza è la 223 relativa al primo imboschimento delle superfici non agricole, attualmente ferma ad un 27% di spesa.
Riguardo all'asse III rivolto alla diversificazione del reddito, sebbene in apparenza pare essere avanti la misura 313 "incentivazione delle attività turistiche" con un 60% di spesa, pari a 3,3 milioni di euro, in realtà la stessa viene abbondantemente superata dalla misura 311 che pur essendo ad un 52% ha in realtà contribuito alla diversificazione delle aziende agricole calabresi ( agriturismo, fattorie sociali e didattiche, energie rinnovabili) con una spesa significativa pari a ben 30 milioni di euro.
Inoltre, per quanto riguarda per l'utilizzo delle risorse Health Check, recentemente sono state rese note la graduatoria definitiva della misura 221 "primo imboschimento di superfici agricole" con 111 beneficiari per un contributo di 4,1 milioni di euro e la graduatoria provvisoria della misura 226 "prevenzione incendi e calamità naturali" con un contributo di ben 13,2 milioni di euro e 183 beneficiari.
Anche la misura del "benessere degli animali" (misura 215) è stata oggetto di grande interesse e numerosissime sono le domande pervenute per tale misura, tanto che si è dovuta integrare  la dotazione finanziaria della misura e consentire lo scorrimento della graduatoria relativa all'annualità 2010, ammettendo così 217 beneficiari rispetto ai 1023 in graduatoria.
Infine uno sguardo all'Asse IV, dove i Gal hanno messo a bando quasi tutte le risorse disponibili e risultano pubblicati 273 bandi ed in questo ultimo periodo si procederà ad aggiustare il tiro sulle criticità ed a rimodulare i piani finanziari al fine di pubblicare gli ultimi bandi con le risorse residue ed accelerare la spesa che attualmente si attesta sui 21 milioni di euro pari al 33% della dotazione dell'asse di 62,3 milioni di euro. A tal proposito, l'Autorità di Gestione ha già tenuto due incontri con i rappresentanti dei Gal per affrontare i nodi relativi alla spesa ed accelerare le relative procedure. Inoltre, dal mese di febbraio partiranno anche dei tavoli tematici sulla nuova programmazione dedicati esclusivamente al Leader.

 
 
 
 
 
 

Anna Tancrè
tancre@inea.it

 
 
 
 
 
 

PianetaPSR numero 28 - gennaio 2014