PianetaPSR
AGEA COORDINAMENTO
 

Art. 68, gli importi unitari della campagna 2013

Comunicati agli Organismi pagatori e Caa i premi per il miglioramento della qualità e per le misure che producono benefici agroambientali aggiuntivi  - La griglia dei valori e i prodotti interessati

L'Organismo di Coordinamento di AGEA, con provvedimento n. ACIU.2014.385 del 10 giugno 2014 (disponibile qui), ha comunicato a tutti gli Organismi pagatori ed ai Centri di Assistenza Agricola gli importi unitari dei premi relativi ad alcune misure previste nell'ambito dell'art. 68 del Reg. (CE) n. 73/2009 e del relativo decreto attuativo del Mipaaf del 29 luglio 2009.

Le principali novità contenute nella circolare:
- Economie di spesa per la barbabietola da zucchero;
- Incrementato l'importo unitario per i bovini;
- Ridotto l'aiuto unitario previsto per gli ovicaprini.
 

In particolare, gli importi riguardano, per la campagna 2013, i seguenti premi:
- sostegno specifico per il miglioramento della qualità dei prodotti agricoli per

- sostegno per specifiche attività agricole che comportano benefici agroambientali aggiuntivi
Gli importi unitari sono stati calcolati sulla base delle superfici e delle quantità accertate e del numero di capi ammissibili all'aiuto comunicati dagli Organismi pagatori in esito alle attività istruttorie effettuate.
Premesso che la sola misura per la barbabietola da zucchero ha visto realizzata un'economia di spesa, che è stata redistribuita in modo proporzionale tra le misure per le quali si è verificato il superamento del relativo plafond, analizziamo nel dettaglio gli importi fissati per ciascun settore.

Importi unitari art. 68 - Confronto campagne 2012 e 2013

Bovini
Per i pagamenti annuali supplementari a favore dei detentori di vacche nutrici delle razze da carne ed a duplice attitudine iscritte ai libri genealogici ed ai registri anagrafici, il predetto
DM del MiPAAF prevede 3 tipologie di intervento rispetto alle quali AGEA ha fissato i seguenti importi unitari a capo:

Inoltre, per i bovini allevati inconformità ad un disciplinare di etichettatura facoltativa approvato dal MiPAAF, l'importo unitario è stato definito in 41,77 euro/capo (+3,24% rispetto al 2012) mentre l'importo/capo stabilito per bovini macellati, certificati ai sensi del reg. (CE) n. 10/2006 o in conformità a sistemi di qualità, è pari a 75,19 euro (+3,24% rispetto al 2012).
A livello nazionale, il numero di capi bovini totali a premio passa da 855.633 del 2012 a 851.473 del 2013 (-0,49%).

Ovicaprini
Opposto il trend per gli Ovicaprini se rapportato ai capi bovini.
Il DM del Mipaaf prevede 4 tipologie di premio rispetto alle quali AGEA ha fissato i seguenti importi unitari in favore degli allevatori di ovicaprini che:

1.   acquistano, direttamente da allevamenti iscritti al libro genealogico o al registro anagrafico, montoni, di genotipo ARR/ARR ovvero ARR/ARQ, iscritti al libro genealogico o al registro anagrafico: 180,09 euro/capo;
2. detengono montoni, iscritti al libro genealogico o al registro anagrafico, di genotipo ARR/ARR ovvero ARR/ARQ, iscritti al libro genealogico o al registro anagrafico, di età inferiore o uguale a cinque anni: 42,02 euro/capo;
3.  macellano capi ovicaprini certificati ai sensi del regolamento (CE) n. 510/2006, ovvero certificati ai sensi di sistemi di qualità riconosciuti: 9 euro/capo;
4.  allevano capi ovicaprini nel rispetto di un carico di bestiame pari o inferiore a 1 UBA per ettaro di superficie foraggera: 6 euro/capo.

L'importo unitario di ciascun sostegno diminuisce del 27,35% rispetto a quanto previsto per la campagna 2012, mentre il numero di capi totale passa dai 928.389 del 2012 a 1.255.821 del 2013 (+ 35,27%).

Olio
In aumento l'importo previsto in favore dei produttori che conducono aziende olivicole iscritte al sistema dei controlli per il rispetto di un disciplinare di produzione ai sensi del regolamento (CE) n. 510/2006 (DOP) e ai produttori olivicoli che certificano prodotto biologico. L'importo unitario fissato per la campagna 2013 è pari a 0,2904 euro/kg (+22,17% rispetto al 2012); tale aumento è imputabile sia all'incremento del plafond complessivo (+ 254 mila euro) sia, soprattutto, alla diminuzione dei quantitativi di olio consegnati (circa 6 milioni kg di olio in meno rispetto al 2012). 

Latte
In lieve aumento anche l'importo previsto in favore dei produttori di latte crudo di vacca nel rispetto dei requisiti previsti dal DM MiPAAF del 29 luglio 2009. Si passa da 5,0358 del 2012 a 5,093 euro euro/tonnellata del 2013 (+ 1,14%).
L'incremento dell'importo unitario del sostegno è riconducibile all'aumento del plafond (+1,1 meuro); in aumento anche la quantità di latte ritenuta ammissibile dagli Organismi pagatori, che passa da 7,9 a 8,075 milioni di tonnellate (+1,67%).

Tabacco
Nell'ambito del sostegno specifico per il miglioramento della qualità del tabacco sono previsti premi in favore dei produttori che, sulla base di un contratto di coltivazione, consegnano ad una impresa di prima trasformazione tabacco dei gruppi varietali 01, 02, 04 e 03; sono inoltre previsti benefici in favore dei produttori di tabacco destinato alla produzione di sigari di qualità che, sulla base di un contratto di coltivazione, consegnano tabacco delle varietà Kentucky destinato alla produzione di fascia e Nostrano del Brenta ad una impresa di prima trasformazione.
In tale ambito, di seguito, gli importi unitari previsti da AGEA Coordinamento in circolare:

Premesso che, a livello totale, il plafond di settore è stato incrementato (+ 580 mila euro), l'importo unitario delle varietà 01, 02, 03 e 04 risulta aumentato del 5,14% rispetto al 2012 mentre risulta sostanzialmente invariato quello delle varietà Nostrano del
Brenta e Kentucky (-0,1/0,2% rispetto al 2012).

Barbabietola da zucchero
La misura prevista per i produttori che coltivano barbabietola da zucchero ed utilizzano sementi certificate e confettate ha visto un sostanziale decremento della superficie accertata ( da 51.051,86 ha a 39.831,54 ha).
Per tale motivo, l'aiuto unitario è stato fissato nella misura massima prevista dal DM MiPAAF, pari a 400 euro/ha, e l'economia di spesa emersa, pari a 3.767.384 euro, è stata redistribuita, in modo proporzionale, nell'ambito delle altre misure per le quali si è verificato il superamento del relativo plafond attribuito. 

Danaee racemosa
Per tale sostegno si rileva un lieve aumento del plafond (+42 mila euro) ma un parziale incremento della superficie accertata (+4,17%). Per tale motivo, l'importo unitario del sostegno passa a 6.925,29 euro/ha, con una diminuzione rispetto al 2012 del 1,30%.
 
-Sostegno per specifiche attività agricole che comportano benefici agroambientali aggiuntivi
Il premio, previsto in favore degli agricoltori che attuano tecniche di avvicendamento delle colture, ha visto un significativo incremento della superficie accertata, cha passa da 975.389,4 ha del 2012 a 1.042.778,51 ha. Conseguentemente l'importo unitario passa dai 100 euro/ha (limite massimo previsto dal DM MiPAAF) del 2012 a 94,93 euro/ha per il 2013, con una riduzione del 5,07%.

 
 
 

Maurilio Silvestri

 
 
 

PianetaPSR numero 33 - giugno 2014