Home > Il punto sui PSR > Check up sul Psr, finanziate oltre 75mila domande
Calabria
 
Bilanci
 

Check up sul Psr, finanziate oltre 75mila domande

Comitato di sorveglianza:  positivo il bilancio sull'avanzamento finanziario e fisico  dell'attuale programmazione  - Focus sulle scelte strategiche e le misure di attuazione per il periodo 2014-2020

Concluso il Comitato di Sorveglianza del PSR  Calabria 2007-2013 svoltosi a Maida , in provincia di Catanzaro, il 15 e 16 dicembre scorso. Molte le tematiche affrontate nella riunione tecnica e poi riportate nella riunione plenaria all'intero partenariato del programma. L'incontro ha preso il via con una dettagliata analisi dello stato di avanzamento procedurale, finanziario e fisico del programma di sviluppo rurale 2007/2013 della Calabria.
 A livello procedurale si registrano ben 75.004 domande finanziate per un totale di impegni assunti superiore ad 1 miliardo e 196 milioni di euro. L'avanzamento finanziario per la Calabria risulta essere in linea con la spesa a livello nazionale, collocandosi al di sopra delle perfomance delle altre regioni obiettivo convergenza, con una capacitą di spesa pari al 79 %, per 867 milioni di euro di risorse effettivamente erogate.
Dal punto di vista dell'avanzamento fisico, sono state presentate le principali evidenze su alcune misure dell'Asse I relativo al Miglioramento della competitivitą del settore agricolo e forestale. Nello specifico, per la misura 112 "Insediamento Giovani agricoltori", i giovani agricoltori che hanno beneficiato del premio sono stati 716 (all'incirca il 40% sono donne); per la misura 121 "Ammodernamento delle aziende agricole",  sono ben 940 le aziende agricole che hanno ricevuto un sostegno agli investimenti, di queste 211 sono a titolaritą femminile. La misura 123 "Accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali" hanno interessato ben 96 aziende che hanno intrapreso investimenti materiali e immateriali volti a migliorarne il rendimento globale di impresa e a consolidarne la competitivitą a livello di mercato.

Ad oggi, il volume di investimento generato a livello locale č pari a 84,5 M€. La Misura 125 -  "Miglioramento e sviluppo delle infrastrutture - in parallelo con lo sviluppo e l'adeguamento dell'agricoltura e della silvicoltura", anche grazie  all'integrazione progettuale a carattere territoriale promossa attraverso i Progetti integrati per le aree rurali (PIAR), ha finanziato 365 operazioni poste in essere da enti pubblici (prevalentemente Comuni e Consorzi di bonifica) per un investimento stimato pari a 55 M€.
Per l'asse 2 Miglioramento dell'ambiente e dello spazio rurale buone performance si registrano per le misure 211 e 212 relative alle "Indennitą compensative" che hanno permesso di sostenere 11.982 aziende (107,46% del valore target previsto) con una SAU coinvolta pari a 151.848 ettari, di cui 72.090 ha in zona montana e 79.758 ha in zone caratterizzate da svantaggi naturali, diverse dalle zone montane, comprese le zone terrazzate e marginali ad elevata valenza naturale. I pagamenti agro-ambientali attuati attraverso la misura 214 hanno interessato 11.448 aziende di cui 20 finanziate nell'ambito delle risorse Health Check, con una superficie totale sovvenzionata di 134.997 ettari. L'azione 6, sempre con risorse Health Check, ha permesso, inoltre, di finanziare 10 Progetti di recupero delle risorse genetiche autoctone minacciate di erosione raggiungendo il 100% del valore target previsto.
Per quanto riguarda gli interventi forestali, le Misure 221 e 223 hanno permesso di imboschire, rispettivamente, 5.267 ha di terreni agricoli e 149 ha di superfici non agricole. Attraverso la misura 226 per la ricostruzione del potenziale forestale e interventi preventivi sono stati realizzati 130 interventi di prevenzione e ricostruzione  su una superficie forestale pari a 14.092 ha, raggiungendo il 94,12% del valore target previsto.
A livello complessivo si registrano soddisfacenti livelli di realizzazione fisica anche per le misure rivolte al Miglioramento della qualitą della vita nelle aree rurali -Asse 3 del PSR - che vedono ben 279 beneficiari per investimenti in attivitą non agricole e 55,3 M€ di investimento per la diversificazione extra-agricola per la misura 311  "Diversificazione verso attivitą non agricole", 7 microimprese beneficiarie e 1 nuova azienda attivata nell'ambito della misura 312 "Sostegno alla creazione e allo sviluppo di microimprese", 31 nuove attivitą turistiche sovvenzionate attraverso le azioni sostenute dalla misura 313 "Incentivazione di attivitą turistiche".
Per quanto riguarda la misura 321 "Servizi essenziali per l'economia e la popolazione rurale", con un investimento pari a 18,5 M€, il numero di azioni sostenute č pari a 245, mentre per la riqualificazione del patrimonio culturale sono state 38 le azioni sovvenzionate attraverso la misura 323 "Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale". Infine attraverso l'Asse 4 "Approccio Leader", i PSL hanno attivato 443 progetti che hanno interessato ben 350 beneficiari nei territori Leader.
Alla fotografia sullo stato di attuazione del PSR, č seguita l'informativa sulla Valutazione in itinere del PSR 2007/2013, un intervento dell'Organismo Pagatore Arcea sul Piano di azione per le riduzioni del tasso di errore e degli approfondimenti relativi allo stato di attuazione dell'intervento sulla banda larga e sul Fondo di garanzia.  Un importante momento di incontro dunque per fare il punto sullo stato di avanzamento del programma restituendo un'istantanea che evidenzia punti di efficienza in termini di avanzamento sia procedurale che finanziario.
Non solo PSR 2007-2013, ma anche dei focus sulle scelte strategiche avviate per la nuova programmazione 2014-2020. E' stato presentato infatti il nuovo Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Calabria inviato tramite il sistema informatico "SFC" alla Commissione Europea il 22 luglio scorso e ancora in corso di approvazione. Tre gli obiettivi strategici su cui poggia l'impianto del nuovo PSR: "Competitivitą del sistema agricolo", "Sostenibilitą e ambiente" e "Sviluppo socioeconomico equilibrato" che rispondono ai 25 fabbisogni identificati dall'analisi di contesto e che sono stati declinati in 43 obiettivi specifici che traducono rispetto alle peculiaritą del territorio le prioritą e le focus area assegnate allo sviluppo rurale per una dotazione finanziaria pari a € 1 miliardo e 103 milioni di euro. L'occasione č stata utile per presentare le novitą strategiche per la programmazione 2014/2020 su innovazione, competitivitą, progettazione integrata di filiera e ambiente.

 
 
 
 

Emilia Reda
reda@inea.it 
             

 
 
 

PianetaPSR numero 39 - gennaio 2015