Home > Pianeta Rurale > Europa > Pac, Commissione avvia consultazione pubblica
POLITICA & PARTECIPAZIONE

Pac, Commissione avvia consultazione pubblica

Pubblicato un questionario per valutare la nuova Politica Agricola Comune con l'obiettivo di intervenire su modernizzazione e semplificazione . Noi l'abbiamo fatto, e vi diciamo cosa troverete...

Una consultazione pubblica volta a raccogliere idee e suggerimenti per modernizzare e semplificare la Politica Agricola Comune adeguandola alle evoluzioni del contesto economico e commerciale.
A lanciare l'iniziativa Ŕ stata la Commissione Europea che ha pubblicato, nell'area dedicata all'Agricoltura e allo Sviluppo Rurale, un approfondito questionario (https://ec.europa.eu/eusurvey/runner/FutureCAP?surveylanguage=IT) i cui risultati saranno resi noti nel prossimo mese di luglio.

La decisione, si legge nella nota di presentazione, arriva in seguito alla constatazione che il contesto in cui la riforma Ŕ stata decisa nel 2013 e attuata nel 2015 Ŕ profondamente mutato per una serie di fattori.
In particolare, Bruxelles evidenzia come si sia assistito ad una rilevante diminuzione dei prezzi agricoli e alla conseguente aumentata incertezza dei mercati a causa, oltre che di alcuni fattori macroeconomici, delle crescenti tensioni geopolitiche, che rendono particolarmente complessa una pianificazione a lungo termine delle politiche di settore. Sull'efficacia delle scelte operate con l'ultima riforma della PAC, inoltre, incide in maniera importante l'evoluzione dei negoziati commerciali, che registrano una tendenza a favorire accordi bilaterali rispetto a quelli multilaterali, con la conseguente necessitÓ di rivedere le strategie negoziali soprattutto nell'ottica di una maggior tutela dei settori pi¨ sensibili.

Rilevanti risultano essere, infine, la sottoscrizione di nuovi impegni internazionali da parte dell'Ue, soprattutto in materia ambientale (con particolare riferimento ai cambiamenti climatici e allo sviluppo sostenibile), e l'impatto dei recenti sviluppi geopolitici, a partire dall'importante ondata migratoria.

La consultazione pubblica, negli obiettivi della Commissione, servirÓ a fornire elementi utili nell'ambito di un processo di possibile revisione di alcuni parametri con l'obiettivo di massimizzare il contributo della PAC alle dieci prioritÓ della Commissione e agli obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS). D'altra parte il futuro della Politica Agricola Comune Ŕ giÓ oggetto di discussione a vari livelli e attraverso questo strumento si potranno raccogliere sia informazioni sulla percezione dei risultati ottenuti finora che sulle necessitÓ e problematiche riscontrate nell'ottica di modernizzazione e di semplificazione della PAC stessa.

 
 


Il questionario, rivolto sia a privati cittadini che a imprenditori agricoli, Ŕ strutturato in cinque diverse sezioni: la prima raccoglie i dati del cittadino che partecipa, la seconda si focalizza sulle zone rurali e sulla PAC di oggi, la terza analizza obiettivi e governance della Politica Agricola Comune, la quarta getta uno sguardo sul futuro e sulla PAC di domani e l'ultima propone una sintesi puntando su modernizzazione e semplificazione.

Una volta inseriti i dati anagrafici di riferimento, l'utente pu˛ accedere alla sezione "Agricoltura, zone rurali e PAC oggi" nella quale Ŕ possibile esprimere la propria valutazione sulle principali sfide per l'agricoltura europea e sulla capacitÓ di rispondere in maniera adeguata della politica comunitaria, a partire dal reddito, passando per le problematiche ambientali e gli ostacoli all'ingresso nel mondo del lavoro agricolo, per arrivare a innovazione e sviluppo.
La sezione successiva, "Obiettivi e governance", si concentra sull'analisi delle prioritÓ identificate dalla Commissione europea per il periodo 2014-2020 (http://ec.europa.eu/priorities/index_it) invitando gli utenti a definire la rispondenza di queste con le reali esigenze del settore e a suggerire eventuali integrazioni e modifiche nell'ottica di una modernizzazione di questo strumento.

La quarta sezione "Agricoltura, zone rurali e PAC domani", si propone come strumento di analisi dell'efficacia delle misure giÓ presenti e propone alcune ipotesi di modifica nell'ottica di un miglioramento della competitivitÓ, del rapporto con la burocrazia e della tutela ambientale.

L'ultima sezione, infine, invita gli utenti ad illustrare le proprie proposte e la propria idea di PAC per il futuro, con particolare riferimento alla semplificazione.

 
 
 

Matteo Tagliapietra
Redazione PianetaPsr


 
 
 

PianetaPSR numero 58 - gennaio/febbraio 2017