PianetaPSR
Toscana
 
Finanziamenti

Una linea di credito per investire nei vigneti

Interventi su misura per i viticoltori: mutui fino a 30 anni ma anche ricorso al leasing e prestiti a breve

E' stata firmata un'intesa tra Regione Toscana, Fidi Toscana e Consorzio Vino Chianti per sostenere a livello finanziario le imprese del settore vitivinicolo che vogliono investire.
Si tratta della creazione di una linea di credito tagliata su misura per le aziende economicamente sane toscane ma anche per quelle 'giovani' con meno di tre anni, che prevede molte operazioni e tipologie di finanziamento sia lungo che a breve termine. L'obiettivo dell'intesa è correggere debolezze strutturali e problemi congiunturali legati soprattutto ai
costi non coperti dai prezzi ancora troppo bassi e alla mancanza di liquidità spesso legata alle piccole dimensioni aziendali.  E' possibile quindi richiedere mutui ipotecari fino a 30 anni per ampliare l'azienda, acquisire terreni, fabbricati e impianti e reintegrare liquidità per investimenti fatti fino a tre anni prima; finanziamenti ipotecari della durata di 25 anni per quanto riguarda il reimpianto o l'impianto di nuovi vigneti, con un preammortamento di cinque anni; finanziamenti di 7 anni finalizzati all'invecchiamento di grandi vini e di vini di elite; sono previsti, infine, anche aiuti per chi realizza impianti fotovoltaici.
Il credito, previsto dall'accordo,si estende poi alle operazioni di leasing, ai consolidamenti di passività e all'estinzione di finanziamenti già erogati;  non sono escluse nemmeno le operazioni di pronto soccorso, con finanziamenti a breve termine, legate alla gestione di danni provocati da fenomeni meteorologici eccezionali. Quanto infine alle imprese costituite da meno di tre anni, possono beneficiare della garanzia di Fidi Toscana,a condizione che il finanziamento sia rilasciato a fronte di un progetto di investimento con un contributo diretto non inferiore al 20%. L'importo massimo della garanzia è di 1,5 milione euro per ciascuna impresa.
Nell'ambito dell'accordo, al Consorzio Vino Chiantispetta la funzione di sportello informativo e raccordo con il mondo imprenditoriale.

Sabina Licci

 
 
 

PianetaPSR numero 2 - agosto 20111