PianetaPSR
campi coltivati
Rural Pact

La Commissione lancia il Rural Pact per costruire il futuro delle zone rurali

L'iniziativa rientra nel quadro delle attività per la definizione della Visione a lungo termine per le zone rurali presentata lo scorso giugno. 

Un patto tra autorità pubbliche e portatori d'interesse per definire un quadro comune per coinvolgere e collaborare con gli stakeholders a livello UE, nazionale, regionale e locale e costruire il futuro delle aree rurali.

Così la Commissione europea ha presentato il lancio del Rural Pact, un'iniziativa annunciata nel quadro della Visione a lungo termine per le zone rurali presentata nel giugno 2021  (vai all'articolo). 

Il vicepresidente Šuica, il commissario Wojciechowski e il commissario Ferreira, si legge in una nota della Commissione, hanno lanciato un invito aperto a partecipare alla discussione sul patto rurale. Tutte le parti interessate sono invitate ad esprimere il proprio impegno per gli obiettivi della Visione ed a partecipare allo sviluppo e all'attuazione del Rural Pact. La Commissione contribuirà a questo quadro attraverso i partner e le Reti e incoraggerà lo scambio di idee e migliori pratiche a tutti i livelli. 

La Visione a lungo termine, costruita sulla base di ampie consultazioni con i cittadini e i portatori d'interessi del settore rurale, individua una serie di sfide urgenti per questi territori e le comunità che li abitano ed evidenzia alcune delle opportunità più promettenti disponibili per queste aree. 

Tra le principali sfide per le aree rurali evidenziate dal documento ci sono l'invecchiamento della popolazione, un sistema infrastrutturale non sufficientemente sviluppato, la mancanza di una connessione a internet veloce e stabile, la carenza di opportunità lavorative e le maggiori difficoltà di accesso ai servizi. 

Allo stesso tempo la Commissione sottolinea come le aree rurali siano fondamentali per il futuro dell'Europa e per consentire i processi di digitalizzazione e transizione verde e al centro del Piano d'azione che mira a promuovere uno sviluppo rurale sostenibile, coeso e integrato. Un percorso che si sviluppa attraverso quattro aree di azione: potenziare le comunità rurali; migliorare la connettività; preservare le risorse naturali; diversificare le attività economiche e migliorare il valore dell'agricoltura.

Con il sostegno del Patto rurale e del Piano d'azione rurale, messo a punto dalla Commissione, la Visione a lungo termine mira a rendere le zone rurali dell'UE più forti, più connesse, più resilienti e più prospere. Da qui al giugno 2022, stakeholder e protagonisti del mondo agricolo e rurale potranno entrare a far parte della Comunità del Patto rurale e condividere riflessioni e idee sulla sua attuazione e sviluppo. 

La consultazione pubblica rimarrà aperta per sei mesi, quindi le proposte e le idee presentate nel corso di questo periodo saranno poi alla base del confronto previsto nel mese di giugno in occasione della Conferenza di alto livello del Rural Pact.

 
 

Redazione PianetaPSR

 
 

PianetaPSR numero 109 gennaio 2022