Home > Pianeta Rurale > Europa > Occupazione, la Commissione lancia una piattaforma per dare spazio ai talenti europei
schermata del sito HTP
Lavoro

Occupazione, la Commissione lancia una piattaforma per dare spazio ai talenti europei

Un nuovo strumento digitale e gruppi di lavoro per affrontare le sfide demografiche in tutta l'Unione.

La Commissione europea ha lanciato nelle scorse settimane un nuovo strumento digitale, la Piattaforma per lo sfruttamento dei talenti (HTP), per rispondere ai rischi derivanti dal calo demografico e dallo spopolamento di alcune regioni della UE. Dalla Commissione Ŕ arrivato anche un invito a tutte le parti interessate e a partecipare a nuovi gruppi di lavoro pertinenti.

Il contesto

Nell'Unione crescono infatti le disparitÓ territoriali e il divario urbano-rurale: la popolazione in etÓ lavorativa dell'UE Ŕ diminuita complessivamente di 3,5 milioni di persone tra il 2015 e il 2020 e si prevede che entro il 2050 ne perderÓ altri 35 milioni. 82 Regioni in 16 Stati membri (che rappresentano quasi il 30% della popolazione dell'UE) sono gravemente colpite da questa diminuzione, oltre che da una bassa percentuale di laureati e diplomati e da una mobilitÓ negativa della popolazione di etÓ compresa tra i 15 e i 39 anni, trovandosi nella cosiddetta "trappola dello sviluppo dei talenti".

Il ruolo della Piattaforma

La Piattaforma sarÓ dunque il punto di riferimento per l'azione dell'UE nell'affrontare tutte queste sfide demografiche. Attraverso questo strumento la Commissione promuoverÓ eventi e buone pratiche, nonchÚ l'accesso all'assistenza tecnica e alla consulenza per le Regioni che ne hanno bisogno, compreso un helpdesk dedicato. La piattaforma Harnessing Talent garantirÓ che le Regioni interessate ricevano le indicazioni e le informazioni necessarie per sviluppare e attuare piani personalizzati e completi per formare, attrarre e trattenere i talenti.

I Gruppi di lavoro

La Commissione ha anche lanciato un invito alle parti interessate dell'UE a partecipare a 4 gruppi di lavoro incentrati su salute, digitale, ricerca e innovazione e sviluppo territoriale. Le parti interessate possono candidarsi fino al 15 settembre. I contributi raccolti serviranno a guidare le potenziali azioni delle regioni per affrontare la fuga dei cervelli e sfruttare i talenti.

Sia la Piattaforma che l'istituzione dei gruppi di lavoro rappresentano un seguito concreto alla comunicazione di gennaio sulla valorizzazione dei talenti nelle regioni d'Europa. In tale occasione, la Commissione ha presentato le cause e gli effetti delle disparitÓ regionali derivanti dalle sfide demografiche e ha introdotto il meccanismo di incentivazione dei talenti per sostenere le regioni dell'UE colpite dal calo accelerato della popolazione in etÓ lavorativa a formare, trattenere e attrarre le persone, le abilitÓ e le competenze necessarie per affrontare l'impatto della transizione demografica. Si tratta di un'iniziativa importante nel contesto dell'Anno europeo delle competenze.

 
 

Redazione PianetaPSR

 
 

PianetaPSR numero 127 settembre 2023