Home > Autunno caldo dei prezzi agricoli: +8,1% in un anno
INDICE ISMEA

Autunno caldo dei prezzi agricoli: +8,1% in un anno

Con l'aumento del 2,7% registrato a ottobre si rafforza il trend delle quotazioni - Impennata della frutta con un balzo del 20,8% in un solo mese, battuta d'arresto invece nel settore cereali

Continuano a crescere anche ad ottobre i prezzi agricoli con +2,7% rispetto a settembre e +8,1% su base annua. Lo rileva l'Ismea, spiegando che tra le coltivazioni gli aumenti più consistenti si evidenziano, a livello congiunturale, per vino (+8,7%), ortaggi (+ 3,4%) e frutta (+20,8%); un dato, quest'ultimo, letto come conseguenza della diversa composizione del paniere rispetto ai mesi estivi.
Si è invece registrata una battuta d'arresto per i cereali che, nonostante le previsioni di produzione globale riviste al ribasso, accusano una flessione del 3,6% su settembre, con punte di -5,8% per il mais e per la soia (-0,9%) dopo i valori record raggiunti nei mesi scorsi.
Trend al rialzo nel settore zootecnico, il cui indice di settore ha messo a segno un aumento medio dell'1,3% rispetto a settembre. Nello specifico, vanno segnalati aumenti più sostenuti per gli avicoli (+3%), seguiti da ovi-caprini (+1,7%) e suini (+0,8%); stazionarie le quotazioni dei bovini, mentre per i prodotti lattiero caseari, si registra +0,2% dei prezzi all'origine.
Su base tendenziale, l'Ismea evidenzia che il settore delle colture vegetali ha guidato il trascinamento al rialzo, con un indice rivalutato del 4,9%; più stazionario il settore della zootecnia, il cui indice si è mosso solo del +1,3 per cento.
A guidare i rialzi sono vini (+35%) e semi oleosi (+29,9%); in evidenza anche i rincari della frutta (+24,6%), con mele e pere che presentano livelli di prezzo nettamente superiori allo stesso periodo dell'anno scorso a causa della scarsa produzione ottenuta. Nel comparto zootecnico l'incremento dell'1,3% spiega infine l'Ismea, è frutto di andamenti contrapposti, con i lattiero caseari in flessione del 9,3% e il bestiame vivo in aumento del 10,4%.
 
Sabina Licci

 
 
 
 
 
 

PianetaPSR numero 15 - novembre 2012