Home > Il punto sui PSR > Quando innovazione e tradizione fanno squadra
CAMPANIA/1
 
MISURA 124

Quando innovazione e tradizione fanno squadra

In vetrina al Salone del Gusto di Torino le novitÓ finanziate con i fondi del Psr: dai formaggi con caglio vegetale all'orzo gluten-free una gamma di nuovi prodotti sviluppati in cooperazione

Nel corso del "Salone Internazionale del Gusto" edizione 2012, che si Ŕ tenuto recentemente a Torino, sono state presentate alcune tra le novitÓ di prodotto in corso di sviluppo e collaudo da parte di alcuni partenariati beneficiari della Misura 124 del PSR Campania 2007 - 2013 ovvero "Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e settore forestale".
La misura 124 Ŕ stata attivata per promuovere iniziative finalizzate a sviluppare la competitivitÓ del settore agricolo, per migliorare gli standard qualitativi dei prodotti, le performance ambientali e la sicurezza sul lavoro delle imprese agricole attraverso il collaudo, l'adozione e la diffusione di innovazioni tecnologiche, di processo, di prodotto e organizzative nella fase precompetiviva. Il perno di queste azioni Ŕ rappresentato dalla cooperazione fra mondo produttivo, rappresentato dagli imprenditori agricoli e forestali e dalle imprese di trasformazione, gli enti di ricerca ed altri operatori economici.
Gli interventi riguardano le operazioni preliminari, incluse le ultime fasi di sviluppo e il collaudo di prodotti, servizi, processi o tecnologie e gli investimenti materiali e/o immateriali relativi alla cooperazione, sostenuti prima dell'utilizzo ai fini commerciali dei prodotti, processi e tecnologie di recente sviluppo.
Lo stand istituzionale dell'Assessorato all'Agricoltura, allestito in collaborazione con il Parco Nazionale del Cilento, Vallo Diano e Alburni, Ŕ stato caratterizzato dai banner informativi dei progetti della Misura 124 del PSR Campania, che hanno dato vita a novitÓ di prodotto.
Nelle diverse giornate - dopo una breve presentazione degli obiettivi e dello stato di attuazione della Misura 124 in Campania da parte di Emiddio de Franciscis di Casanova, referente della Misura 124 - Ŕ stata prevista la degustazione guidata dei prodotti alimentari di innovazione, realizzati dai diversi progetti, tra cui in particolare:
NOVOROD, capofila Fondazione MEDES, dedicato alla realizzazione di nuovi formaggi a base di caglio vegetale. La degustazione del "Carciocacio", formaggio vaccino a base di caglio di carciofo bianco di Pertosa, Ŕ stata presentata dal prof. Giovanni Quaranta.
AGLIANICONE, capofila Azienda Viticoltori De Conciliis (SA), relativa al collaudo di tecnologie avanzate in viticoltura ed enologia su vitigno autoctono Aglianicone. La degustazione, preceduta dalla presentazione della dott.ssa Paola De Conciliis, Ŕ stata curata da Marco Starace del consiglio nazionale dell'AIS, ed ha riguardato vino da vitigno autoctono Aglianicone, annate 2006 e 2007 prodotto dalla stessa Azienda De Concilis.
RSAMNIUM, capofila Terravecchia (BN), relativo all'utilizzo di una piattaforma hardware e software per la gestione di dati in etichette parlanti. La degustazione guidata ha avuto per oggetto vini (Masseria Vigne vecchie) e oli (Terravecchia), con etichetta parlante.
DERFRAM, capofila Azienda GIOSOLE sas Capua (CE), rivolto allo sviluppo di produzione di derivati di frutta coltivata con l'impiego di antagonisti naturali. La degustazione che ha avuto per oggetto un succo di frutta alla pesca confrontato con uno industriale, Ŕ stata preceduta dalla presentazione del progetto a cura di Nicola Caracciolo e Micaela Pasca di Magliano.
BOVLAC, capofila ICCA Spa Napoli, che ha per oggetto la "Valorizzazione del latte bovino della Campania mediante un sistema integrato per la certificazione e tracciabilitÓ del prodotto Fiordilatte di Napoli". La degustazione, curata da Francesco Amodio, ha riguardato fiordilatte e ricotta di "fuscella".
FILCAMON, capofila il Dipartimento di Scienza degli Alimenti della FacoltÓ Agraria dell'UniversitÓ degli Studi di Napoli "Federico II", rivolto:alla valorizzazione e innovazione tecnologica sostenibile della filiera della Castagna di Montella (IGP), attraverso la realizzazione di birre e farine di castagne . La degustazione ha riguardato una mousse di Castagna di Montella IGP, preparate in oltre 100 porzioni , che hanno riscosso l'apprezzamento del pubblico.
ISFAAG, capofila l'Istituto di Genetica Biofisica del CNR di Napoli, con oggetto la "Valutazione di ibridi di sorgo per lo sviluppo ed il mantenimento di una filiera agro-alimentare destinata alla produzione di alimenti gluten-free". Il prodotto in assaggio, un biscotto a base di sorgo, ha suscitato grande apprezzamento del pubblico, compresi alcuni consumatori celiaci.
NOBILAT, capofila ANFOSC, Associazione Nazionale Formaggi sotto il cielo (Sa), relativo a innovazioni connesse al settore lattiero-caseario bovino, presente al Salone anche con uno specifico "presidio"

 

Gianluca Cicchiello

 
 
 

PianetaPSR numero 16 - dicembre 2012