Home > Il punto sui PSR > Dote di 3 milioni per Natura 2000 e tutela paesaggio
ABRUZZO
 
BANDO MISURA 216

Dote di 3 milioni per Natura 2000 e tutela paesaggio

Quattro azioni di intervento che spaziano dalla realizzazione di fasce tampone alla creazione di corridoi ecologici - Le domande potranno essere presentate entro il 22 gennaio 2013

La Regione Abruzzo stanzia oltre 3 milioni di euro per le Aree Natura 2000 e per la difesa e   conservazione del paesaggio agrario. E' stato pubblicato lo scorso 23 novembre il bando pubblico per accedere ai finanziamenti della Misura 216, riguardante il sostegno agli investimenti non produttivi. Le domande di aiuto potranno essere presentate fino al 22 gennaio 2013.
Le tipologie di intervento che saranno finanziate sono quattro:
- Ripristino di spazi naturali e seminaturali e del paesaggio agrario;
- Creazione di fasce tampone vegetate lungo i corsi d'acqua e rispristino della naturalità di canali di bonifica ed irrigui per il miglioramento del paesaggio rurale e la creazione di corridoi ecologici;
- Interventi per il controllo della presenza di animali selvatici e la difesa delle attività agro-­ zootecniche nelle aree montane;
- Investimenti aziendali non produttivi in aree Natura 2000.
Molteplici gli obiettivi perseguiti attraverso questa misura, che spaziano dalla  conservazione della  biodiversità  quale  condizione di salvaguardia per specie ed habitat di interesse comunitario ai sensi delle direttive 79/409 e 92/43, all''incremento spontaneo di flora e fauna selvatiche; dal mantenimento di ecosistemi di alta valenza naturale e paesaggistica, alla conservazione ed al mantenimento della funzionalità del sistema idrico costituito  da  elementi  naturali  e  seminaturali   per   consentire   lo   scambio   delle   acque   interne   con   quelle   esterne.
Viene altresì incentivata la fruizione delle zone Natura 2000 attraverso progetti volti alla realizzazione e ristrutturazione di  sentieri  e  piazzole per escursioni naturalistiche,   realizzazione   di   cartellonistica,   schermature   finalizzate   a   mitigare   il   disturbo   sulla   fauna,   punti   di   osservazione   per   bird   watching,   strutture   per   la   gestione   della   fauna   selvatica   finalizzate   a   garantirne   la   coesistenza  con   le   attività  produttive  agro-forestali, interventi  finalizzati  al  sostentamento  della  fauna  selvatica.
Anche la creazione di fasce tampone lungo i corsi d'acqua ha notevole importanza per una tutela ambientale ad ampio spettro che comprende l'incremento della biodiversità, il ripristino del paesaggio e la riqualificazione degli ambiti fluviali.
L'efficacia della fascia tampone nella tutela delle risorse è infatti molteplice e dipende dal tipo di vegetazione esistente: ad esempio una fascia vegetale di tipo boscato o arbustivo esercita un'azione frangivento a beneficio delle colture e salvaguarda la qualità biologica dei corsi d'acqua, con particolare riferimento alle condizioni degli ecosistemi acquatici: controllo di luce e temperatura, diversità degli habitat, conservazione delle caratteristiche microclimatiche specifiche, oltre alle funzioni di tutela qualitativa delle acque.
Si conferma dunque la vocazione ambientale della Regione e l'attenzione per gli aspetti caratteristici del paesaggio agrario, fattore importante anche in vista della futura programmazione 2014-2020, nella quale particolare attenzione verrà riservata alla tutela e valorizzazione delle risorse naturali ed alla tutela del paesaggio agrario.

 
 
 

Giorgia Matteucci

 
 
 

PianetaPSR numero 16 - dicembre 2012